Maestra, diva adult ed oggi cantante: Melissa Falko prova a sfondare nel mondo della musica col suo primo album

Si suol dire, nel gergo comune, che solo i gatti hanno sette vite. Ma guardando all’esistenza di Melissa Falko, volto maggiormente noto ai maschietti rispetto al gentil sesso, non si può che affermare il contrario. Questa donna di origini bergamasche, infatti, una volta terminati gli studi si è dedicata, anima e corpo, a quello che, probabilmente, desiderava fare sin da bambina: l’insegnante di scuola elementare.

D’altro canto, ognuno di noi culla dei sogni sin dalla più tenera età e, se possibile, cerca di realizzarli in età adulta. Non sempre, però, un desiderio realizzato si rivela appagante non appena si concretizza. E la nostra buona (di nome e di fatto) Melissa, ne sa qualcosa. Una volta intrapresa la via dell’insegnamento, le difficoltà riscontrate sono state diverse. In primis, di carattere economico.

Dalle cattedre ai film hot con Magni e Salemi

Negli ultimi venticinque anni, come noto, il precariato è diventato un problema estremamente calzante nel mondo dell’istruzione: prima di ottenere una cattedra a tempo pieno, molti docenti trascorrano innumerevoli anni, talvolta anche decenni, in una situazione di precariato particolarmente fastidiosa, che impedisce agli stessi di poter tracciare un sereno futuro per sé stessi e la propria famiglia.

La “nostra” Melissa Falko, ricade in quest’ultima categoria. La ragazza bergamasca, dopo anni di precariato scolastico, decise di cambiare completamente rotta, cercando di assecondare un’altra sua grande passione, sino a quel momento, però, vissuta rigorosamente nella vita privata: il sesso. Dalla cattedra dei paesi della bergamasca, Melissa è passata ai set dei film a luci rosse, rivelandosi particolarmente talentuosa.

A lanciarla nel mondo dell’hard è stato Alex Magni, noto attore e proprietario di una casa produttrice sita ad Empoli, un’icona per i tanti appassionati di film amatoriali, da molti definito, non casualmente, il “re del porno casalingo”. Affianco, ma non solo, dell’attore porno toscano, Melissa ha girato svariati film, rilevandosi come una delle attrici italiane più apprezzate dagli amanti della categoria “amateur”.

Un talento cristallino, all’altezza delle bellezze mozzafiato che si trovano in questo sito di escort a Milano, che non è passato inosservato neppure ad uno dei registi italiani più apprezzati nel mondo dei film a luci rosse: Leo Salemi, col quale ha girato “Tradimenti all’italiana”, considerato, dagli amanti del genere, uno dei film più scottanti e controversi del regista bergamasco.

Le prime indiscrezioni sull’album d’esordio di Melissa Falko

Negli ultimi anni, Melissa sembra essersi concessa una breve pausa dal mondo hardcore, preferendo esibirsi in spettacoli soft. Negli ultimi giorni, però, l’ex maestra di Verdello, paesino alle porte di Bergamo noto per il proprio casello autostradale, ha annunciato – tramite i propri social – di voler intraprendere una nuova carriera: inciderà un disco e proverà a sfondare, pardon, ad aver successo, nel mondo della musica.

Secondo le prime indiscrezioni, il primo album di Melissa dovrebbe contenere delle cover pop-dance degli anni 80/90, genere che la cantante lombarda ama particolarmente, oltre alla presenza di alcuni inediti. Il primo, “Desert Rain”, è già stato pubblicato e sembra aver riscosso un discreto gradimento: nell’arco di qualche settimana, come ammesso dalla stessa Melissa, sarà disponibile il video in versione soft (destinato a Youtube) e erotica, che potrebbe essere trasmesso dai più noti portali pornografici del web.

Il secondo singolo, dal titolo “Cuanta Vida”, è in lingua spagnola e, salvo imprevisti, dovrebbe uscire nelle prossime settimane, forse in concomitanza con la pubblicazione del primo LP di Melissa, accompagnato da un video che si sta girando in questi giorni sulle bellissime spiagge pesaresi della riviera adriatica. La carriera musicale, quindi, sembra iniziare sotto i migliori auspici. E a noi, dopo averla ammirata per tanti anni sui set, non stupisce affatto che la bella Melissa sia dotata di un’ugola d’oro non indifferente.