Marketing sui social: 5 regole per farlo senza lasciare nulla al caso

Con il mondo del lavoro ad essere cambiato in maniera così profonda negli ultimi anni, grazie all’avvento sempre più preponderante della tecnologia e dei processi di digitalizzazione all’interno dei vari mercati, le aziende di maggior successo hanno compreso l’importanza dei mezzi di comunicazione moderni e hanno immediatamente iniziato ad investire in essi. Questo, ha anche condotto alla creazione di nuove figure professionali, interne o esterne alle company, che collaborano con queste ultime per la diffusione di messaggi pubblicitari in un’ottica web, soprattutto sui social network.

Le attività di marketing sui social media hanno grandissime potenzialità poiché, se sviluppate correttamente, aiutano a ottimizzare le vendite. Tuttavia, dal momento che portare avanti una strategia di social media marketing comporta costi importanti, è fondamentale che le aziende conoscano il proprio mercato di riferimento e si rivolgano al loro target ideale prima di passare all’azione. Per ottenere queste preziose informazioni è possibile includere persone competenti in materia all’interno del proprio staff oppure avvalersi della collaborazione di professionisti specializzati nell’analisi dei big data come l’agenzia Central Marketing Intelligence, punto di riferimento per diverse aziende, in modo da partire con il piede giusto in questo genere di attività. Scopriamo, dunque, nelle prossime righe, alcune delle regole d’oro per poter attuare delle strategie efficaci di social media marketing.

Selezionare accuratamente i social su cui investire

Si tratta di un consiglio fondamentale per cominciare a sviluppare le proprie campagne con efficacia e in modo mirato. La primissima cosa da fare quando si investe nel marketing digitale e, nella fattispecie, sui social, infatti, è puntare su quelli più gettonati, in rapporto al tipo di prodotto o servizio che si intende pubblicizzare e, chiaramente, al proprio target di riferimento. Ogni social, del resto, presenta una maggioranza di utenti che ne caratterizza l’affluenza.

Non saturare la scena

Dopo aver selezionato in maniera del tutto pragmatica le piattaforme sulle quali poter investire di più, tenendo conto che Facebook, ad esempio, sia frequentato maggiormente da una pletora di utenti adulti, Instagram si rivolga maggiormente ai giovani, Linkedin ai professionisti e TikTok offre una fruizione di contenuti istantanea, fornendo maggiori stimoli, possiamo cominciare a sviluppare i concetti da comunicare e il modo in cui farlo, tenendo presente che, l’invadenza, non è mai la scelta migliore, soprattutto quando si ha a che fare con le regole ferree degli algoritmi social e con la spanna d’attenzione sempre più bassa dell’utente social medio.

Creare contenuti stimolanti

Potrebbe sembrare un consiglio scontato, ma non lo è affatto. Il modo migliore per catturare l’attenzione dei potenziali clienti, stupirli in positivo e aumentare le possibilità di fidelizzarli è puntando su un contenuto che, pur essendo avvezzo alle vibe dell’azienda, si presenti originale e d’impatto. Il marketing sui social va fatto in maniera stimolante, in modo da spingere gli utenti a parlare del brand e a sviluppare un maggior numero di interazioni coi post più alla ribalta. Questo, è possibile soltanto adottando un approccio innovativo e di qualità.

Fare network condividendo

È chiaro che, stando sui social network, un’azienda non può comportarsi come un’isola. Per questo modo, dovranno aumentare le interazioni della company stessa con altre realtà affini, follower e contenuti di vario genere, utili ad espandere la rete di contatti e ad avvicinare i potenziali clienti alla realtà d’impresa anche dal punto di vista emotivo.

Comunicare con i clienti

Ricollegandoci a quanto affermato nelle ultime righe del paragrafo precedente, citiamo l’importanza dell’instaurazione di un rapporto diretto con la clientela, attraverso un dialogo aperto, tra le sezioni commenti e le chat private, utile ai fini di fidelizzazione, da una parte e, dall’altra a ricevere pubblicità gratuita attraverso la condivisione dei contenuti ed il passaparola.