I bulldog al lavoro con il proprio padrone

I bulldog al lavoro con il proprio padrone approvato da una grande azienda con sede a Milano. Scopriamo insieme i dettagli.

I bulldog al lavoro con il proprio padrone

Avrete certamente letto che nella grande metropoli milanese, in un importante edificio, i dipendenti di Unicredit potranno lavorare fianco a fianco con il proprio fedele amico a quattro zampe. È scientificamente testato che lavorare in compagnia del proprio fedele cagnolone rappresenti un vero toccasana per la salute contribuendo positivamente sulla resa del proprio lavoro, incrementando la qualità della propria attività.

Tantissimi colleghi, a quanto pare, amano trascorrere la propria pausa caffè andando a coccolare i cani presenti nella sala adibita per la pausa. A questo punto vien da chiedere: siete d’accordo su questa possibilità di portare i bulldog al lavoro con il proprio padrone? Vi piacerebbe lavorare godendo della compagnia del vostro fedele amico?

Bhe, da tempo qualcuno già lo fa.

I bulldog al lavoro con il proprio padrone

La titolare della linea Bullfit Fashion rientra nella categoria di coloro che lavorano costantemente in compagnia del loro amato bulldog. Avendo creato una precisa linea di abbigliamento dedicata al bulldog inglese, oltre a portarli ovunque vada, diventano i veri protagonisti di shooting fotografici e di sfilate su misura di bulldog. Lei ama lavorare in compagnia dei suoi magnifici amici a quattro zampe, talvolta invidiandoli quando, dopo diverse ore passate a fare ricerche, a creare bozze, a focalizzarsi sui particolari di ogni singolo capo, a realizzare nuovi capi di abbigliamento bulldog inglese , loro cosa fanno?

Praticamente quello che fanno per la stragrande maggioranza del tempo, definito anche come lo sport preferito da tutti i bulldog: dormono beatamente.

Si possono anche definire dei perfetti colleghi di lavoro, soprattutto perché non recano nessun fastidio, non contestano le scelte, non rinfacciano il numero di pause fatte durante una giornata di lavoro, non chiedono ferie ne reclamano aumenti sulla busta paga. Forse su quest’ultimo aspetto bisogna aggiungere che ricevono spesso dei premi in snack, proprio per il loro apporto a tutto il duro lavoro che svolgono. E si fa per dire ovviamente.

I bulldog al lavoro con il proprio padrone

In ogni caso crediamo che sia davvero una meravigliosa iniziativa quella fatta da Unicredit. Lavorare reca sempre molto stress e trascorrere un po’ di quel prezioso tempo a coccolare un fantastico animale può solamente contribuire positivamente sulla persona. Parliamo di un impatto positivo sia in termini di produzione che mentali.

Tutto questo può davvero definirsi come una terapia lavorativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *