Auto usate da oltre frontiera: Renault Megane Coupè, Laguna Sportour e Scenic XMod

Quando giunge il momento dell’acquisto di un’auto, soprattutto se usata, gli elementi da prendere in considerazione sono molteplici, i gusti personali, il costo di acquisto, quelli legati alla gestione del mezzo durante gli anni, per la manutenzione, l’assicurazione, il bollo, la tenuta di strada, la praticità di utilizzo, gli spazi a bordo e tanto altro ancora, ecco allora di seguito alcuni consigli che riguardano una serie di modelli prodotti oltre confine.

Le parole auto usate Milano sono tra le più utilizzate per la ricerca nel web, perché la disponibilità di occasioni in questa città è notevole, allora se prendiamo per esempio i modelli di casa Renault, quelli prodotti da quattro anni circa, possiamo scoprire che figurano diverse versioni a disposizione di interesse comune, alcune derivati da altre, come ad esempio la Megane Coupé, omologata per cinque persone:

  • Esteticamente si evidenzia per il frontale rifatto che riprende lo stile delle altre Mégane, dotato comunque di un tocco di grinta in più. In strada l’assetto rigido la rende più precisa in curva e l’Esp che interviene solo quando serve davvero, regala percorsi stradali veramente divertenti. Tra l’usato in vendita si possono trovare diversi allestimenti, tra i quali la 1.2 TCe e la 1.6 dCi che offrono il brio che ci si attende da una coupé commercializzata anche ad un prezzo contenuto.
  • Ben rifinita e confortevole invece la Laguna Sportour che si distingue soprattutto per il comodo divano posteriore reclinabile, di facile utilizzo, infatti è attivabile attraverso i due tasti posti dietro il portellone. Nonostante le dimensioni da Station Wagon quale è, in strada è agile, “composta” nei cambi di direzione, ancora di più se dotata di quattro ruote sterzanti delle 4Control. La 2.0 dCi  .    Wave con 150 CV è il miglior compromesso fra prezzo, dotazione e prestazioni, per chi è più esigente, allora c’è la 4Control con 173 cavalli. Si può trovare in vendita anche la versione Coupé che rispetto alla wagon perde 5 cm di altezza e 6 di passo, oltre al portellone, guadagnando così in sportività ed eleganza. Tutte le motorizzazioni presenti in commercio sono sicure ma, grazie alle quattro ruote sterzanti, la 4Control è più facile da manovrare e più stabile nelle curve.
  • Il listino francese si condisce anche con una elettrica di nome Fluence che ha delle forme uniche nel loro genere per questa elettrica, spaziosa e confortevole automobile. Grazie al motore elettrico si viaggia quasi in silenzio e lo scatto al semaforo è proprio brillante, tuttavia l’autonomia limitata comporta una gestione accurata dei rifornimenti. La versione è unica ed ha una dotazione completa, mentre in alcuni esemplari si potrebbero trovare i cablaggi opzionali montati in origine, che favorirebbero maggiori possibilità di ricarica delle batterie.
  • Per un’automobile usata che necessita di avere molto spazio, allora scegliere la Kangoo-Grand Kangoo, è un’opzione decisamente azzeccata per questa multispazio dal frontale aggressivo, con le porte posteriori scorrevoli. La seduta alta ed i vetri grandi favoriscono un’ottima veduta della strada e rendono agevoli le manovre. I motori a gasolio sono regolari e poco rumorosi, inoltre la confortevolezza a bordo è molto buona. La dCi con 110 CV per chi percorre molti chilometri è la versione migliore, la meno cara invece è la 1.2 TCe (turbo a benzina) soprattutto per i bassi consumi sugli spostamenti in città.
  • Molto richiesta tra le auto di seconda mano è la Scenic XMod, una monovolume molto originale che contiene in se davvero tantissimo spazio, grazie anche ai numerosi vani portaoggetti che la caratterizzano. Le Cross hanno una maggiore altezza da terra, paraurti specifici e protezioni sottoscocca. Le sospensioni ben tarate e lo sterzo preciso la rendono adatta anche ad essere condotta su strada brillantemente. Buone la visibilità anteriore e l’agilità nel traffico ed a questo proposito, proprio per chi guida molto nei centri urbani, la scelta migliore è la 1.5 dCi con Stop&Start oppure con cambio robotizzato a doppia frizione, per esigenze di s

Automobili usate a Bologna: l’Opel ha rifatto il look a molti modelli

Ogni anno presso gli stock delle Concessionarie di auto usate a Bologna vengono selezionati veramente tantissimi modelli, alcuni con un po’ di strada percorsa alle spalle ed un po’ di anni di vita, altri invece più recenti, “rifatti” nelle loro ultime versioni disponibili in vendita, così vista la tradizione del marchio Opel, di seguito si viole dare rilevanza ad alcuni dei modelli più significatitvi che si possono trovare in commercio.

 

La prima è sicuramente l’Astra Gtc, un’auto filante e grintosa, che si può ricercare presso l’usato garantito tra i modelli a 3 porte, quelli grintosi, dalla linea filante, quasi un coupè con 5 posti ed un ampio bagagliaio. Rispetto alla berlina ha l’assetto più basso di 15 mm, le carreggiate più larghe, nuove sospensioni e cerchi fino a 20” così supportata, l’auto ha una tenuta di strada ed un’ agilità dal piglio sportivo. Per le motorizzazioni si evidenzia che la 1.4 da 140 CV e la 1.7 CDTI da 131 sono equilibrate, ma chi vuole uno sprint in linea con il tipo di autovettura, deve scegliere le 2.0 CDTI o la corsaiola OPC.

Sono sicuramente innovativa le ultime produzioni di Opel Ampera che con un pizzico di fortuna ed impegno nella ricerca, si possono reperire presso le Concessionarie Multimarca specializzate nell’usato di qualità, infatti i suoi 1400 cilindri elettrici alimentati anche da un motore a benzina riescono ad ottenere massimi risultati e bassi consumi…una berlina niente male quindi! Su strada è facile da guidare, silenziosa e scattante soprattutto finché va in “elettrico” (le batterie durano circa 60 km, e si ricaricano in quattro ore da una presa a 220 V). L’allestimento è uno solo, e piuttosto ricco, comunque sarebbe l’ideale orientarsi per l’acquisto per un modello che dispone di telecamera per la retromarcia, infatti il lunotto quasi orizzontale limita la visibilità.

Un’altra berlina molto richiesta è l’Insignia che però sotto certi aspetti assomiglia ad una coupé visto che i passeggeri posteriori sarebbe opportuno che fossero alti al massimo 1 metro e 80, da notare che questo modello è molto “solido”, sotto tutti i suoi aspetti, si può trovare con facilità tra le auto usate disponibili in commercio. All’interno la plancia è completamente nuova negli ultimi modelli ed anche il design è stato ritoccato rispetto alle precedenti versioni. L’auto è confortevole e silenziosa, tiene bene la strada ed il sistema FlexRide permette al guidatore di impostare il “carattere” della vettura.

L’Insignia Sports Tourer invece, rispetto alla berlina, con cui condivide le migliorie apportate circa quattro anni fa, ha il baule più ampio e meglio accessibile, e chi siede dietro può contare su maggiore spazio sopra la testa. Per l’usato si consiglia il 2.0 CDTI se si vuole un motore che spinga parecchio, inoltre la sua linea affusolata, aiuta a ridurre i consumi durante i percorsi in autostrada, mentre lo Stop&Start aiuta a contenere la sete di gasolio nel traffico cittadino.

Per essere una cabrio, l’Opel Cascada ha dentro di se davvero tanto spazio, anche per i bagagli, e inoltre a completamento, si possono notare le finiture ben fatte degli interni, dotata anche di una capote in tela richiudibile anche in movimento. Per una buona Occasione tra l’usato sicuro, si consiglia perchè a dispetto delle dimensioni, tra le curve si dimostra molto agile, ha uno sterzo preciso e la tenuta di strada va bene, mentre le sospensioni elettroniche FlexRide (nei modelli che le montano) abbinano comfort e sportività.

Una multispazio simile alla Fiat Doblò è invece l’Opel Combo Tour che rispetto all’italiana conserva alcune forme del frontale ed il grandissimo spazio interno. Lo sterzo ed il cambio precisi la rendono gradevole anche in città, dove lo Stop&Start (si può trovare su tutte le versioni che l’anno ordinato in origine, tranne per quelle a metano) aiuta a ridurre i consumi. Quale scegliere per una buona occasione di seconda mano? La 1.6 CDTI con 105 CV è la più equilibrata per prezzo e prestazioni, mentre le 1.4 sono ok per la città, a benzina per chi percorre pochi km, ecoM per un utilizzo più assiduo.

www.bocars.it  auto usate Bologna

 

Auto usate a Bergamo: Alfa Romeo Mito in dettaglio

Presso gli stock delle Concessionarie di auto usate a Bergamo, è possibile trovare un’ampia scelta di modelli delle marche maggiormente richieste dal pubblico affezionato a questo segmento di mercato, molto utile per chi vuole dotarsi di una nuova quattro ruote e risparmiare rispetto al prezzo originario di listino.

Tra le auto usate in commercio una utilitaria spicca sulle altre

Tra le automobili usate in Occasione presenti in commercio si può consigliare sicuramente una tra le utilitarie più belle del mercato, sia per il suo aspetto estetico ma anche per il fatto di essere molto grintosa con il turbodiesel da 95 cavalli ed allo stesso tempo parsimoniosa nei consumi. Questa auto ha una filante carrozzeria a tre porte, molto giovanile, aggiornata qualche anno fa con minimi ritocchi, da evidenziare inoltre che i costi sono determinati di più dalla cilindrata che dall’anno di produzione e con la piccola MiTo, si riescono anche ad ottenere sconti sulla Rca.

Mito auto usata divertente alla guida e molto sicura 

Cominciamo quindi subito a descrivere il gioiellino di casa nostra che con il suo lunotto inclinato, le ampie prese d’aria e il cofano ben sagomato, si rende molto appetibile ai giovani, con qualche carenza per quanto riguarda lo spazio. La guida è appagante, infatti selezionando il dispositivo DNA (l’elettronica varia la risposta di motore e sterzo) su Dynamic, il comportamento dell’auto è più sportivo. Meno silenzioso e più potente, visti i 95 CV, in rapporto alla cilindrata, il 1.3 turbodiesel commonrail è brillante e regolare nel funzionamento, ed oltre i 1500 giri spinge con vigore (fino ai 4000) e non è mai assetato.

Purtroppo, soprattutto nelle prime versioni, la Mito ha presentato qualche piccolissimo difetto, infatti mentre i motori a benzina TwinAir fungevano alla grande, il 1.3 turbodiesel presentava un problema al filtro antiparticolato che dopo un po’ di chilometri permetteva al gasolio di diluirsi con l’olio. Altro inconveniente piuttosto diffuso: la batteria che, sino al 2010, andava a terra a causa dello scarso isolamento di un cavo. Segnalati pure problemi degli alzavetro (non funzionano con le porte aperte) e dei retrovisori ad azionamento elettrico che non rispondono ai comandi, l’indicatore del livello del carburante, inoltre, è impreciso, dal 2011 comunque tutti questi “fastidi” sono stati risolti.

L’abitacolo, sufficientemente luminoso e confortevole, con un divano dalle giuste dimensioni per un’auto del genere, dispone di un tetto basso, pertanto offre poco spazio in altezza, mentre nella zona inferiore sono stati impiegati materiali piuttosto economici, nella parte superiore della plancia, vi sono materiali realizzati con una plastica gradevole e sono ben raggiungibili i comandi.

Il baule dalla forma irregolare dell’apertura, con passaruota sporgenti e ben 34 cm tra pavimento e soglia di carico, si può definire utile per le funzioni che deve svolgere, da sottoliniare che il 1.3 JTDm, da 84 CV o 95 CV è il più equilibrato, ma c’è anche un 1.6 da 120 CV, mentre sono parecchi i motori a benzina.

La Mito comunque sia è una macchina che piace e lo dimostrano i dati sulle vendite dell’usato, infatti è fscile trovarne a prezzi convenienti, ben allestite e con pochi chilometri, addirittura anche con sette airbag in tutte le versioni, e sin dal suo debutto, è sempre stata tra le utilitarie più sicure, infatti ha ottenuto cinque stelle nei severi crash test dell’Euro NCAP. Ok la sicurezza attiva: l’auto italiana non si scompone nelle manovre brusche (nonostante l’assetto sportivo, non è “nervosa” né difficile da controllare) e, in ogni caso, può contare sull’Esp.