3 caratteristiche fondamentali per scegliere un avvocato

Avete un problema legale da dover fronteggiare ma non sapete a quale avvocato rivolgervi? Se non disponete di un avvocato di fiducia, è senza dubbio molto difficile riuscire a trovare un legale capace a cui affidare la propria problematica. Difficile ma non impossibile. In ogni città d’Italia, infatti, sono presenti molteplici studi legali e professionisti: dall’avvocato penalista Roma, a quello amministrativo di Torino, Bologna e così via. Basta solo prestare attenzione ad alcune accortezze per scegliere il professionista perfetto per voi.

1. Valutate la reputazione

Ogni avvocato ha una reputazione da dover gestire. Prima di scegliere il vostro legale di fiducia, fate le dovute ricerche in modo da definire successi e fallimenti. Ponete attenzione, in particolar modo, al carattere dell’avvocato: alcuni amici dicono che il legale scelto è poco paziente? Allora meglio lasciar perdere! Altri definiscono un suo concorrente molto più attento ai bisogni del suo assistito? Allora provate a contattarlo. Ricordate sempre, però, che la cosa più importante non è solo la reputazione di un avvocato ma anche il modo in cui interagisce con voi e la vostra famiglia.

2. Valutate la disponibilità

Il mestiere dell’avvocato è davvero faticoso: spesso si va di fretta e si devono gestire una miriade di appuntamenti. Ciò non toglie che è comunque importantissimo garantire ad ogni cliente l’assoluta disponibilità ad un incontro o un contatto. Se il vostro legale vi sembra troppo indaffarato, poco disponibile ed attento al vostro problema, probabilmente non è quello che più fa al caso vostro. Valutate soprattutto la reperibilità, le volte in cui non risponde al telefono o alle vostre mail. Già da lì è possibile carpire quanto è davvero professionale l’avvocato prescelto.

3. Il vostro avvocato si aggiorna?

Le leggi non sono qualcosa di statico ma di mutevole nel tempo. Ecco perché è essenziale che un avvocato si aggiorni costantemente in modo da fornire un servizio efficiente ad ogni cliente. Se il vostro legale vi sembra troppo “vecchio stampo” probabilmente potrebbe non essere perfetto per voi. Un avvocato che ama davvero quello che fa è propenso al cambiamento, si incuriosisce e soprattutto si tiene costantemente aggiornato su nuovi leggi e decreti. Ecco perché sarebbe bene preferire un legale giovane piuttosto che uno un po’ troppo ancorato alle leggi del passato.

Cosa regalare ad una ragazza per l’anniversario di fidanzamento?

Stupire la propria ragazza dopo molti anni di fidanzamento non è facile. Sicuramente sono tanti i regali che avete già fatto, dai fiori ai classici gioielli. Ma quello che non sapete è che esistono comunque diversi modi di sorprendere la propria lei, senza spendere cifre esorbitanti e soprattutto senza fare troppa fatica.
Non ci credete? Ecco alcune piccole idee romantiche per lasciare a bocca aperta la vostra lei in modo semplice ed attrattivo.

1. Regalatele il viaggio dei suoi sogni

La vostra ragazza vorrebbe tanto andare a Parigi? Allora è arrivato il momento di accontentarla comprandole un bel biglietto aereo diretto verso la città più romantica del mondo. E se invece volesse semplicemente andare a Venezia? Ecco svelata un’altra ottima meta dove vivere degli splendidi giorni da sogno. Insomma, se volete stupire la vostra partner, un ottimo regalo impossibile da non gradire è senza dubbio un viaggio, da vivere da soli e lontano da tutti i problemi ed imprevisti.

2. Una cartolina personalizzata

Invece dei soliti quadri, cuscini, magliette e così via, perché non stupite la vostra lei con delle cartoline personalizzate? In questo caso, basta semplicemente recuperare la vostra foto più bella e significativa e recarsi presso un negozio o sito online che si occupa di stampa cartoline. In men che non si dica, avrete tra le mani una bellissima cartolina, con una foto ben in vista da regalare alla vostra lei nel giorno del vostro anniversario.

3. Un diario da scrivere insieme

Un altro regalo simbolico e davvero molto romantico è un diario da condividere in due. Parliamo di un quaderno, un’agenda o un diario vero e proprio in cui scrivere a quattro mani tutto le esperienze che fate e i vostri pensieri su di voi. Potete anche decidere di stampare delle foto e attaccarle con la colla, potete scrivere le vostre canzoni preferite, delle dediche personali, appuntare le date più significative del vostro rapporto e via dicendo. Insomma, la cosa più importante è acquistare un diario completamente vuoto e riempirlo insieme in ogni giorno che passerete l’uno in compagnia dell’altra.

Meglio comprare un’auto usata o un’auto nuova?

Avete intenzione di comprare un’auto a breve ma non sapete scegliere tra l’acquisto di una macchina usata e una invece del tutto nuova? Partiamo col dire che entrambi i mezzi detengono una serie di vantaggi e svantaggi, anche se tutto varia sulla base delle consuetudini dell’acquirente del mezzo.
Ebbene, nonostante ciò, abbiamo deciso di aiutarvi a rispondere alle classiche domande che si pongono gli italiani in procinto di andare da un concessionario: meglio un’auto usata o nuova? Scopriamolo in questa guida.

Auto usata- vantaggi e svantaggi

Un’auto usata detiene una molteplicità di vantaggi. Innanzitutto, costa molto meno rispetto ad una macchina nuova in quanto il suo valore di mercato è decisamente inferiore poiché già utilizzata in passato; inoltre, è possibile che il veicolo detenga già una propria garanzia di cui anche l’acquirente potrebbe già usufruire. Ad esempio, infatti, alcuni produttori offrono una garanzia di almeno 5 anni per 100.000 km percorsi ed è davvero tanto per una macchina già usata. Poi, ovviamente, subentra il fattore psicologico: con una macchina usata potrai far salire il tuo cane a bordo senza preoccuparti dei peli lasciati in giro, potrai non stare eccessivamente attento ad ammaccamenti e graffi e potrai viverla in tutta tranquillità. Questo perché, essendo già usata, presenta già di per sè delle normalissime imperfezioni nella sue estetica.
Tuttavia ci sono anche gli svantaggi: potreste correre il rischio di acquistare un’auto da qualche delinquente che vuole solo truffarvi. Ecco perché, in questo caso è bene affidarsi a una concessionaria peugeot a Lecce, o qualsiasi altra marca e città per acquistare in sicurezza. E inoltre, non potrete personalizzare la macchina con i colori e il modello che preferite, proprio perché dovrete acquistare già uno di quelli presenti.

Auto nuova – vantaggi e svantaggi

Per quanto concerne l’auto nuova i vantaggi sono diversi: acquisterete un’auto mai usata prima d’ora, personalizzabile come più vi piace, sicura al 100% proprio perché acquistata da professionisti del settore, e inoltre è più sicura proprio perché mai guidata da nessun altro.
Di contro, gli svantaggi riguardano primo fra tutti i costi, davvero esorbitanti rispetto ad un mezzo usato. Anche l’assicurazione costa decisamente di più, insieme a tutti gli optional e le personalizzazioni che andrete a richiedere presso la concessionaria.

3 dolci molto famosi della cultura siciliana

Ogni Regione italiana detiene una propria cultura e tradizione in fatto di cucina. Ma ancor di più quando si parla di dolci. Questo perché siamo una delle culture probabilmente più golose e più curiose quando si parla di ricette, ingredienti e preparazioni. Oggi abbiamo deciso di parlare della Sicilia, un’isola davvero eccellente da un punto di vista gastronomico. Sono tanti, infatti, i piatti riconosciuti nel mondo e che si sono fatti largo nelle cucine anche oltre Europa. Moltissime preparazioni, infatti, sono riproposte sia in pasticcerie che in dolci a domicilio, per quanto sono deliziose.
Per questo motivo abbiamo deciso di definire quali sono (secondo noi) i dolci più buoni della tradizione siciliana.

1. La cassata

La cassata è un dolce tipico siciliano che viene preparato in particolar modo durante il periodo pasquale. E composta da un classico Pan di Spagna ed un ripieno gustosissimo di ricotta e gocce di cioccolato. Ma ciò che contraddistingue questo dolce è proprio la sua copertura alla ghiaccia reale che si prepara con albumi d’uovo e zucchero a velo. Tra gli ingredienti cardine, ricordiamo anche la frutta candita che dona un tocco di colore al tutto e il marzapane, spesso come elemento decorativo.

2. Cannoli siciliani

Anche i cannoli siciliani sono un piatto senza tempo nella cultura di questa splendida isola e sono stati riconosciuti come prodotti agroalimentari tradizionali italiani dal Ministero delle Politiche Agricole ed Alimentari. È composto da una cialda di pasta che viene fritta in olio bollente e un ripieno di ricotta di pecora setacciata prima e zuccherata dopo. I cannoli vanno riempiti sempre poco prima di mangiarli, in quanto l’umidità della ricotta potrebbe essere assorbita dalla cialda e quindi perdere di croccantezza. Questo dolce veniva preparato solitamente durante le feste di Carnevale anche se adesso è presente praticamente in ogni periodo dell’anno nelle pasticcerie.

3. Granita con brioche

Passiamo adesso al periodo estivo. In Sicilia si usa spesso consumare una deliziosa granita accompagnata da una gustosa brioche. Questo perché questa terra è ricca di agrumi freschissimi perfette per preparazioni così leggere. La granita viene preparata con acqua, zucchero e succo del frutto prescelto ( si può optare anche per altri aromi come caffè e cioccolato). È semicongelato e rappresenta un valido sostituto al classico gelato estivo. Viene solitamente accompagnata con una brioche, burrosa e soffice. Insomma, un’accoppiata davvero vincente, non c’è che dire!

Come eliminare lo stress pre matrimonio: consigli e dritte

Organizzare il proprio matrimonio non è affatto semplice, ce ne rendiamo conto. Sono così tante, infatti, le cose da tenere a mente e gli impegni da rispettare che diventa difficilissimo prendersi cura di se e mettere in pausa il tutto. E cosa significa tutto ciò? Semplice: stress accumulato, tensione, ansia e soprattutto incapacità di reagire e di vivere bene un momento importante come il giorno del proprio matrimonio.
Ma come fare a non farsi risucchiare dallo stress pre matrimoniale? Seguite i nostri consigli.

1. Fate una lista dettagliata

Buttare giù gli impegni e creare una lista significa avere una visione di insieme di tutto quello che dovete fare nell’arco del tempo di preparazione del matrimonio. Prendete carta e penna e segnate tutto nei minimi particolari, al fine di avere ben chiaro quali sono le cose più imminenti da fare. Tenere tutto a mente potrebbe essere rischioso oltre che deleterio: può accadere, infatti, di dimenticare un appuntamento o di sentirsi soffocare dalla mole dei tanti impegni a breve termine. Scritto tutto nero su bianco è utile per scacciare stress e panico.

2. Rimandate se ne avete voglia

Se il giorno del vostro matrimonio non è così vicino, potete anche rimandare un appuntamento se ne sentite la necessità. D’altronde, chi vi corre dietro e vi impedisce di farlo? Nessuno. Se volete prendervi un po’ di tempo per voi stesse e desiderate staccare la spina per un po’, depennate tutti gli impegni e rimandateli al giorno dopo. Sarà un toccasana per la vostra mente e per il vostro fisico.

3. Fate yoga

Lo yoga è una tecnica molto utile per riacquisire il pieno controllo del proprio corpo. Iniziate a praticarlo almeno una volta a settimana al fine di prendere questa sana abitudine. Molto spesso è utile farlo anche per una decina di minuti al giorno. Sedete su un tappetino con le gambe chiuse tra voi e liberate la mente da tutto lo stress e da tutte le ansie: vedrete che vi sentirete da subito molto meglio.

4. Delegate

Chi l’ha detto che dobbiate essere sempre in prima linea nell’organizzazione delle vostre nozze? Ci sono wedding planner specializzate proprio in questo disposte ad aiutarvi e a scrollarvi di dosso tutti gli impegni. Cercate quella più vicina a voi. Se ad esempio, state organizzando un matrimonio in Sicilia, chiedete aiuto a delle esperte locali, in modo vivere più serene tutti i preparativi pre nozze.

Come pubblicizzare un azienda? 3 consigli efficaci

Avete aperto da tempo la vostra azienda ma non state riuscendo a raggiungere il successo desiderato? Probabilmente avete creato delle campagne marketing sbagliate o comunque non avete considerato di effettuare delle strategie pubblicitarie ad hoc e perfette per il vostro business.
Niente panico: siete ancora in tempo per rimediare. Basta solo seguire i nostri piccoli e pratici consigli.

1. Promuovetevi con volantini e brochure

La pubblicità cartacea è sempre efficace mai in disuso. Difatti è un ottimo strumento per fare marketing e soprattutto far conoscere la propria azienda da chi non ha la minima idea della nostra esistenza. Potete stampare brochure, volantini, depliant e chi più ne ha, più ne metta! Ovviamente tutto dipende dai vostri obiettivi e dal target che volete avvicinare: ad esempio, la brochure è perfetta per clienti dubbiosi che vengono nella vostra azienda ma non sanno se affidarvi il loro business; i volantini, invece, sono utili per far girare la voce e creare un sano passaparola in città.

2. Create eventi ad hoc

Anche gli eventi permettono di pubblicizzare un marchio. Avete mai pensato di organizzare un evento dove mostrare i vostri prodotti o servizi? Se non l’avete mai fatto, è ora di cominciare! Sulla base del vostro budget a disposizione, scegliete location, relatori e target di riferimento. Potete creare un evento ad ingresso libero, al fine di attrarre i più curiosi o ad inviti, per far girare parola tra gli addetti ai lavori. Per organizzare un evento a puntino e curato nei minimi dettagli, basta solo affidarsi ad esperti in organizzazione di eventi a Como, Milano, Roma e così via.

3. Usate i social

Cosa c’è di meglio di una promozione social per avvicinare più potenziali clienti possibili? Aprite una pagina Facebook, Twitter, Google+ e cominciate a postare testi, contenuti, foto e video per attrarre più followers possibili. Se notate che i seguaci scarseggiano o aumentano in modo troppo lento, non scoraggiatevi. I social richiedono pazienza e tenacia e i risultati non sono sempre così tempestivi come si è portati a pensare. Cercate di pubblicare con costanza ma evitando l’eccesso. Utilizzate in particolar foto immagini e video, da sempre più attrattivi rispetto ai classici testi e vedrete che i risultati arriveranno!

Massaggio hawaiano: caratteristiche e benefici

Il massaggio hawaiano è conosciuto in particolar modo per le sue tecniche rilassanti: difatti è da sempre ispirato ai cosiddetti rituali sciamanici. Viene definito anche Lomi Lomi, che nel linguaggio hawaiano significa letteralmente onde. L’origine è davvero molto antica e si esegue con uno stile decisamente ritmico.
Volete saperne di più sul massaggio hawaiano? Vi piacerebbe conoscerne benefici e controindicazioni? Basta leggere questa guida.

Massaggio Hawaiano: caratteristiche

Il massaggio hawaiano si svolge in una seduta dall’atmosfera calda ed accogliente. In passato, veniva eseguito rigorosamente da uno sciamano ed aveva lo scopo di stimolare l’anima e spingerla verso nuovi progetti, ma soprattutto verso il cuore. Attualmente, può essere eseguito da chi ha frequentato uno specifico corso professionale: che sia un corso di massaggio a Taranto, Milano o Roma, la cosa più importante è detenere un attestato per eseguire la professione.

Il massaggio molto spesso viene effettuato utilizzando una musica rilassante in sottofondo e un unguento che viene cosparso in tutto il corpo. Durante tutta la seduta, il massaggiatore alterna diversi movimenti che vanno dai più leggeri a quelli un po’ più energici. Ogni movimento viene rigorosamente eseguito verso la direzione del cuore. Le uniche parti del corpo che vengono massaggiate alla fine sono i piedi ed il collo, mentre tutto il resto viene trattato da subito con l’unguento.

I benefici del massaggio hawaiano

I benefici del massaggio hawaiano sono davvero tanti. Per prima cosa, stimola il rilassamento e il rilascio di tensioni nervose. Difatti, questo tipo di massaggio è un vero toccasana per chi soffre di ansie, stress e nervosismi. Inoltre, riesce ad eliminare anche eventuali tensioni muscolari. Questo perché, lo scopo del massaggio hawaiano è sciogliere tutti quei nodi, tutte quelle tensioni che spesso si accumulano quando si presentano degli eventi negativi.

Controindicazioni del massaggio hawaiano

Non esistono controindicazioni specifiche del massaggio hawaiano: l’unica cosa che dar fastidio al paziente è la sensazione di unto che si percepisce a fine seduta, a causa dell’uso sostenuto di oli essenziali. Ciò può non essere definito un fattore negativo: tutto dipende dal carattere della persona in questione.