Devi traslocare? Non farti cogliere impreparato approfitta del noleggio Furgoni

Devi fare un trasloco e vorresti trasportare tutto nella nuova destinazione senza difficoltà? Approfitta del noleggio furgoni e scopri come è facile traslocare e svolgere questa operazione anche senza ricorrere ad una ditta specializzata per traslochi che ti spillerebbe un bel po’ di soldi. Con un furgone puoi risolvere il problema e soprattutto se non ci sono mobili troppo ingombranti è senza dubbio il mezzo ideale per fare un trasloco e anche quello più economico.

Con il noleggio furgoni il trasloco è rapido e veloce

Il noleggio furgoni è un’ottima soluzione anche se hai tante cose da portare nella nuova destinazione. Per rendere più agevoli le fase del trasloco fai un resoconto degli oggetti che devi trasportare e scegli il furgone più adatto per contenere più cose possibili, tenendo conto del peso massimo che può trasportare. I furgoni a noleggio sono infatti disponibili in diverse dimensioni e basta calcolare quante cose devi portare per individuare quello delle dimensioni più adatte alle tue esigenze. Se vi sono dei mobili che non possono essere smontati calcola che questi prendono più spazio, quindi regolati di conseguenza.

Scegli la formula di noleggio furgoni più adatta a te

Una cosa positiva del noleggio furgoni è quella di poter essere guidati con la stessa patente che usi per guidare la macchina. Se devi guidare il furgone fino a destinazione scegli dunque quello che si può guidare con la tua patente, così da essere in regola nel caso ti fermano per un controllo. Con un furgone il risparmio è garantito e anche se devi fare due o tre viaggi dalla destinazione dove devi traslocare, che ovviamente non deve essere eccessivamente distante, puoi terminare il trasloco nella stessa giornata, oppure affittare il furgone per qualche giorno in più, sarà sempre più conveniente che affidare il lavoro ad una ditta specializzata.

Firenze Location Preferita anche per il Wedding

Firenze è un luogo conosciuto in tutto il mondo per la sua bellezza, la struttura stessa della città è considerata un capolavoro tanto che da farla divenire una location perfetta per ogni occasione di rilievo.
Tale bellezza non poteva non essere apprezzata oltre che dai milioni di turisti che ogni anno scelgono Firenze per le loro vacanze anche da chi cerca un luogo speciale dove sposarsi.
La caratteristica di location perfetta non poteva che essere apprezzata anche nell’ambito del wedding, un settore molto esigente che predilige luoghi con ambientazioni di particolare fascino e bellezza.
La famosa città toscana come in molti altri ambiti è risultata essere tra il luogo preferito in italia dalle coppie straniere in cerca di una location per celebrare il proprio matrimonio.
Le chiese storiche contraddistinte dai capolavori artistici dei grandi maestri del rinascimento unite alle zone collinari che circondano Firenze, regalando viste panoramiche mozzafiato, sono tra i principali fattori che determinano tale scelta.
Questo ha determinato l’esigenza di provvedere alla realizzazione di servizi di ristorazione adeguati da allestire ricevimenti in location spesso prive delle adeguate strutture.
Questi servizi oggi si esprimono attraverso i fornitori di catering Firenze che, al pari delle location uniche che la città offre, riescono ad organizzare ed allestire ricevimenti esclusivi di altissimo livello.
Tale capacità di accogliere eventi e persone di ogni genere e livello eredita una conoscenza che la città ha sviluppato da secoli, il glorioso passato di questa città ha determinato nel tempo una tradizione di accoglienza difficile da trovare in altri luoghi di italia.
Grazie al ruolo che Firenze ha ricoperto per secoli come città ispiratrice del rinascimento la città è stata per secoli il crocevia di regnanti e importanti personalità provenienti da tutto il mondo.
Tutto questo contesto promuove il capoluogo toscano come una delle mete più ambite anche per quanto riguarda il wedding, un settore che oltre ad offrire interessanti sviluppi a livello economico rappresenta una vetrina internazionale che si rivolge ad un settore del turismo di lusso sempre molto ambito anche da città molto famose e conosciute come Firenze.

Traslochi mobili antichi – Traslochi Roma

Viviamo e lavoriamo in una città d’arte, quindi ci capita spesso di fare traslochi roma di mobili antichi. Mobili pregiati che tante volte sono state fate su misura tanti anni fa di maestri artigiani.

Traslocare questi mobili è un lavoro delicato per niente facile. Le più delle volte questi mobili non si smontano o non si dovrebberò smontare e siccome sono state costruite su misura sul posto le porte spesso sono troppo piccole, le scale a chiocciola troppo strette. I bravi operatori possono provare la muovimentazione di questi mobili dopo un attento imballaggio che si esseggue con pluriball e cartone per proteggere al massimo questi mobili. Se per caso questi mobili non passano per le scale la variante più ovvia farle passarle sulla finestra.

La scale aerea è una variante possibile ma tante volte nei traslochi Roma può succedere che nel centro storio le macchine non possono entrare nelle zone di traffico pedonale. Allora ci sono delle scale aeree smontabile e montabili a manO. Se il piano del trasloco non è troppo alto i mobili si possono scendere con le cinghie, mettodo antico ma a volte l’unico che funziona in certi viccoli stretti di Roma

Portoni per capannoni: come scegliere la giusta tipologia

Le moderne strutture logistiche richiedono che i varchi dei magazzini siano chiusi in maniera funzionale con portoni per capannoni ad hoc. In un mondo economico che premia sempre di più velocità e flessibilità, i portoni devono garantire solidità e sicurezza contro tentativi di effrazione, resistenza agli agenti atmosferici, velocità di apertura per favorire i flussi di merce e massima sicurezza per la salvaguardia di mezzi e personale.

Di fronte a tutte queste necessità, è chiaro che la scelta delle porte industriali sia interne che esterne è una fase fondamentale e da gestire con attenzione. La decisione andrà calibrata sulle esigenze dell’azienda, la propria strategia logistica e la natura della merce trattata.

I portoni per capannoni non possono più essere attori passivi, ma strumenti integrati nei processi logistici portando velocità, sicurezza, automatismi e resistenza nel tempo.

Per poter fare la scelta migliore per la chiusura vediamo quali sono i principali modelli, ciascuno con i propri punti di forza e con le caratteristiche più adatte a ogni settore economico.

Portoni a libro

portoni a libro

I portoni a libro, detti anche comunemente “a soffietto”, sono sistemi di chiusura pensati per avere una solida barriera all’ingresso. Parliamo infatti di robuste strutture composte da sezioni di ferro, che scorrono in orizzontale su una guida a terra chiudendosi a fisarmonica all’apertura del varco. Sono tra i primi modelli ideati per il settore industriale, pensati per garantire protezione antieffrazione, ottima resistenza in ogni condizione meteo e una buona coibentazione. Poco possono fare per ottimizzare la movimentazione logistica, trattandosi di sistemi lenti da spostare (spesso manualmente).

Portoni scorrevoli

portoni scorrevoli

Un altro inconveniente del modello a libro è la guida a terra su cui si muove, potenzialmente pericolosa per carrelli elevatori, camion e personale nella fase di attraversamento. Per ovviare il problema, il mondo della logistica ha progettato i portoni scorrevoli, sistemi dotati di guide superiori portanti, che distendono e contraggono i cariglioni interni delle sezioni durante il movimento della porta. Anche le chiusure scorrevoli offrono massima resistenza e coibentazione, con il vantaggio aggiuntivo della maggiore sicurezza e della maggiore personalizzazione (finestrature, porte pedonali, ecc.).

Porte rapide avvolgibili

porte rapide

Come già detto, però, le aziende moderne esigono performance altissime anche dai portoni dei loro capannoni. Velocità di apertura, cicli intensivi e facilità di passaggio non combaciano con i modelli scorrevoli o a libro.

La grande rivoluzione arriva dalle porte rapide avvolgibili, sistemi leggeri e dinamici capaci di aprirsi in pochi secondi riavvolgendosi in verticale.

Il modello avvolgibile segna un’innovazione per diversi motivi. Anzitutto, la sezione della porta è costituita da un mano in PVC leggero, isolante e resistente a vento e colpi. In secondo luogo, l’avvolgimento verticale sancisce la scomparsa della guida a terra, eliminando un intralcio per mezzi e personale e sveltendo il transito in entrata e uscita. Infine l’assenza di ancoraggi al soffitto, non richiesti dal moderno arrotolamento a spirale, la rende facilmente installabile dappertutto.

Portoni sezionali

portoni sezionali

La porta sezionale è un altro modello diffuso per dare alla logistica aziendale il perfetto mix tra performance, velocità e sicurezza. Si tratta di un portone industriale fatto di pannelli, proprio come una serranda. Le sezioni sono formate da doppie lamelle in acciaio o alluminio, di spessore variabile in base alla resistenza e alla coibentazione che si vuole ottenere dalla saracinesca. In fase di apertura, le serrande sezionali si sollevano in verticale rimanendo parallele al soffitto. Risultato: maggiore velocità d’apertura, assenza di guide a terra e robustezza pari alle chiusure a libro. Le porte sezionali sono adatte sia per uso esterno, come portoni per capannoni robusti e isolanti, sia per reparti interni con lavorazioni speciali o come chiusure tagliafuoco.

Scegliere portoni per capannoni: chiedere ai professionisti

Dopo aver analizzato i principali modelli di portoni industriali, la scelta perfetta dovrà unire prestazioni, sicurezza e soprattutto tenere conto dell’esigenza aziendale. In più è importante che la decisione venga ponderata insieme a tecnici professionisti, esperti del settore e conoscitori dei bisogni delle imprese. Su www.campisa.it, ad esempio, è possibile chiedere consulenza mirata per le più performanti porte per capannoni e sfogliare il catalogo completo per selezionare la chiusura più adatta.

3 idee per due giorni di vacanza insieme

Quando arriva il momento di pensare alle ferie si inizia a pensare a cosa fare durante per una vacanza. Ci sono tante cose da fare per passare alcuni giorni di relax e molti di questi sono considerati sono dei veri toccasana per il corpo e la mente.

Infatti, il corpo umano ha bisogno sia di momenti tranquillità, sia di momenti ricchi di adrenalina. Per questo motivo le possibilità di fare vacanze alternative sono sempre di più perché vanno a toccare quello che è chiamato travel experience.

Di che cosa si tratta? È un nuovo modi di fare vacanza in cui non si tratta di essere visitatori passivi che riceve informazioni turistiche su una città, ma significa diventare protagonisti attivi della propria vacanza.

La capacità di emozionarsi è anch’essa una vera e propria vacanza perché ci permette di fare un viaggio dentro noi stessi. Anche se breve, una vacanza di pochi giorni può essere molto significativa.

Idee per fare un viaggio di pochi giorni

Di fatto, un viaggio di due soli giorni, anche se breve, permette di vivere un’esperienza unica perché può essere focalizzato in una determinata esperienza. Riguardo a queste, abbiamo stilato una serie di idee che permettono di passare un fine settimana indimenticabile.

1. Avventura nella neve

La montagna offre molte opportunità per fare una piccola vacanza. Se le piste da sci non sono distanti è possibile trascorrere un fine settimana in pieno inverno sciando o andando sullo snowboard. Con il fine settimana giusto è possibile passare un dolce week end sulla neve tornando a casa stanchi, ma contenti.

2.Viaggio con destinazione segreta

Un’altra delle fantastiche idee per due giorni di vacanza sono i pacchetti vacanza a sorpresa. Che cosa sono? Si tratta di un viaggio in cui si conosce l’aeroporto di partenza ma non quello di destinazione. Le compagnie che creano questi pacchetti sono specializzate per realizzare fine settimana ricchi di sorprese e avventure.

Infatti, la maggior parte di questi box viaggi prevede il volo di andata e ritorno e la sistemazione in hotel inclusa. Di fatto, sono pacchetti dedicati a una travel experience in cui il cuore pulsante è l’emozione di vivere una nuova avventura e di esplorare il mondo, come quando eravamo bambini.

Inoltre, è meglio pianificare questi tipi di viaggi con un leggero anticipo perché in modo da ottenere un ottimo rapporto qualità/prezzo.

3. Week end rilassante in centro benessere

Un’altra idea per trascorrere due giorni di vacanza in compagnia è quello di prenotare un hotel che ha una SPA. È un buon modo per rilassarsi e staccare dalla routine.

Non solo, ci sono molte località che possono essere scelte per passare un fine settimana dedita al benessere e alla cura del corpo.

Molte di queste si trovano nelle campagne italiane, sotto forma di agriturismi e antichi borghi medievali che racchiudono tutto il fascino della storia italiana.

Coperture per auto in ferro: il confine tra permesso di costruire ed edilizia libera

Una domanda che affligge molte persone che intendo realizzare una copertura per auto in ferro riguarda la questione burocratica. Quando un privato o un’azienda hanno intenzione di allestire una tettoia per il riparo dell’auto è d’obbligo chiedersi se serva o meno il permesso di costruire, se basti procurarsi una DIA o presentare una SCIA.

La soluzione al nodo burocratico non è univoca, a volte ance poco chiara. Talvolta può trattarsi di edilizia libera, altre volte di intervento soggetto a concessioni. Qualunque sia il caso, spesso si rischiano irregolarità e conseguenti contenziosi per abuso edilizio.

Qual è il confine tra l’edilizia libera o l’obbligo di permesso per una copertura auto? Proviamo a fare maggiore chiarezza.

Tettoie posti auto in ferro: le normative

In generale se una tettoia per la copertura di posti auto è fissa, non temporanea ed incide sull’assetto del territorio è necessario il permesso di costruire. Le costruzioni facilmente rimovibili e senza ancoraggi al suolo rientrano piuttosto nell’edilizia libera e richiedono una semplice Dichiarazione di Inizio Attività (DIA).

Una recente sentenza del Consiglio di Stato, la n.4177 del 9 luglio 2017, ha introdotto un’altra discriminante: la finalità della tettoia. In particolare, per stabilirlo bisognerà valutare se si tratti o meno di un arredo urbano, destinato alla migliore fruizione dello spazio. Se la copertura è destinata a un uso stabile e prolungato per il riparo dell’auto sarà necessario il permesso di costruire, altrimenti basta la denuncia di inizio attività.

E se la copertura auto in ferro è dotata di struttura con tetto retrattile ed è aperta su tutti e quattro i lati? In tal caso può rientrare nel concetto di edilizia libera, in quanto non determina né volumi chiusi, né aumenta la superficie coperta utile. È rilevante infatti valutare se la pensilina provoca un aumento del volume e della superficie coperta, oppure se va a creare un nuovo organismo edilizio. Se non altera il prospetto o la sagoma dell’edificio, non amplia gli spazi chiusi o non modifica la destinazione d’uso degli spazi interni non rientra tra le opere soggette a concessioni edilizie.

Come realizzare coperture per auto in ferro senza rischi

Come abbiamo visto, il confine tra una tettoia per auto con o senza permesso è davvero labile e sono molte le contese legali dovute alle mancate autorizzazioni (si veda ad esempio anche la sentenza n. 5008 del 22 agosto 2018). È facile commettere un illecito, reato che tra l’altro non cade in prescrizione, soprattutto come privati cittadini che in autonomia decidono di installare una copertura in ferro per il proprio cortile o lo spazio aziendale.

Per questo, la migliore soluzione è sempre chiedere consulenza a tecnici professionisti, conoscitori della normativa di settore e delle autorizzazioni necessarie. Realizzando coperture per parcheggi e tettoie auto con l’azienda Metexa (https://www.metexa.it/tettoie-per-auto/) ad esempio, ti avvali di esperti progettisti in grado di fornirti soluzioni su misura. Inoltre, possono aiutarti anche nella definizione delle norme, aiutandoti a capire se il tuo progetto può essere inserito tra i casi di edilizia libera o se occorre il permesso di costruire.

Trovare parcheggio all’aeroporto Orio al Serio

L’aeroporto Orio al Serio, noto anche con il nome de “Il Caravaggio”, è il primo aeroporto in Italia per numero di viaggiatori che decidono di viaggiare con compagnie aeree low cost. Ed ogni anno registra un numero di passeggeri in transito sempre maggiore sia per voli nazionali che europei.

L’aeroporto Orio al Serio dista 5 km dal centro di Bergamo, ma considerando i soli 50 chilometri che separano l’aeroporto da Milano è considerato da molti il terzo aeroporto del capoluogo lombardo.

Come raggiungere l’aeroporto Orio al Serio

E’ possibile raggiungere l’aeroporto Orio al serio sia da Milano che dalla stazione di Bergamo potendo scegliere tra diverse compagnie di autobus private che coprono la tratta città-aeroporto a prezzi modici. Partendo da Bergamo è possibile optare anche per il trasporto pubblico con il quale potrete raggiungere l’aeroporto Orio al Serio in pochi minuti.

La posizione strategica, gli ottimi collegamenti autostradali con le città limitrofe, nonchè l’offerta di voli low cost fanno dell’aeroporto Orio al Serio la scelta ideale per numerosi viaggiatori. Sono in molti comunque, per comodità, quelli che preferiscono recarsi in aeroporto con il proprio veicolo. Qualsiasi sia la tipologia di viaggio infatti, dalla vacanza con tutta la famiglia ad un viaggio di lavoro scegliere la macchina ti consentirà di avere una gran comodità, spesso a prezzi bassi considerando la vasta offerta di parcheggio all’aeroporto Orio al Serio.

Parcheggio aeroporto Orio al serio

Come dicevamo, gli automobilisti che partono dall’aeroporto Orio al Serio hanno diverse opzioni a disposizione dove lasciare in sosta il veicolo. Nonostante le dimensioni non paragonabili alle maggiori aerostazioni italiane, a Bergamo troverai una buona offerta di parcheggio Orio al Serio. Puoi scegliere tra i parcheggi ufficiali, che offrono il parcheggio libero per i primi minuti di sosta, perfetto in caso tu debba fare da accompagnatore per qualche amico o parente. Ma potrai trovare anche parcheggi studiati per diverse tipologie di sosta e che offrono sia parchegggi coperti , che scoperti. Insomma l’offerta ufficiale di parcheggio ad Orio al Serio ti offre una vasta scelta oltre alla possibilità di parcheggiare a poca distanza dai terminal dell’aeroporto.

Nelle vicinanze dell’aeroporto Orio al Serio ci sono però diverse alternative private che ti consentiranno di risparmiare sensibilmente sul prezzo del parcheggio. Le tariffe più economiche si spiegano per la maggior distanza dall’aeroporto Orio al Serio. Questi parcheggi però di solito offrono due opzioni di parcheggio tra le quali optare. Puoi scegliere di dirigerti al parcheggio ed utilizzare gratuitamente un servizio navetta dedicato. oppure guidare direttamente in aeroporto e scegliendo il parcheggio car valet, lasciare che sia un autista a prendere in custodia il tuo veicolo ed a parcheggiarlo per te.

Questi parcheggi privati spesso offrono inoltre servizi extra ad esempio il lavaggio auto, la ricarica auto elettriche o un servizio di imballaggio bagagli. O nel caso di un parcheggio lunga sosta molti offrono anche servizio di controllo meccanico e dei pneumatici.

Con una così ampia scelta il problema è spesso trovare il parcheggio con l’offerta migliore o meglio quella che meglio si adatta alle proprie esigenze. Ciò comporta spesso a lunghe e noiose ricerche o spesso ad accontentarci del primo parcheggio disponibile, pagando però prezzi fuori mercato.

Per questo motivo, ti consiglio sempre di usare siti di compararazione di prezzi e servizi dei parcheggi come Vologio.it che ti permettono di selezionare le date della tua sosta al parcheggio e confrontare comodamente l’offerta di tutti i parcheggi disponibili ad orio al Serio in modo da avere la certezza di prenotare sempre il parcheggio con la migliore offerta disponibile. La prenotazione on-line ti permette inoltre di avere la certezza di un posteggio riservato per tutta la durata della tua sosta oltre che a risparmiare sensibilmente se prenoti in anticipo. Se cerchi dunque un parcheggio Orio al serio prenota in anticipo per assicurarti sempre il miglior prezzo ed iniziare il tuo viaggio senza nessuna preoccupazione.