Cartucce compatibili: cosa c’è da sapere e come acquistarle

Le cartucce compatibili sono una tipologia di consumabile per stampanti molto particolare, la quale si sta ritagliando spazi sempre più ampi in questo mercato.

Ma di che cosa si tratta esattamente, e soprattutto, quali sono i principali punti di forza di questi prodotti? Andiamo a scoprirlo.

Cosa si intende per “cartuccia compatibile”

Come noto, le cartucce delle stampanti non hanno caratteristiche univoche: ogni brand ha i suoi standard i quali differiscono da quelli dei competitor, questo significa che se si possiede un determinato tipo di stampante, come potrebbe ad esempio essere una Brother MFC L2710DW, non si può certo immaginare di utilizzare nella stessa delle cartucce Samsung, Canon o di qualsiasi altro concorrente.

In regime di libero mercato, tuttavia, aziende diverse da Brother potrebbero tranquillamente scegliere di produrre delle cartucce specifiche per essere utilizzate in questo modello di periferica, e sono appunto queste le cartucce compatibili.

Le cartucce compatibili sono ormai diffusissime e procurarsele è molto semplice: se si necessita di modelli da utilizzare nel tipo di stampante in questione, non bisognerà fare altro che cercare prodotti per stampante Brother MFC L2710DW in un e-commerce dedicato alle cartucce compatibili come TuttoCartucce.

Le cartucce compatibili fanno rima con risparmio

Ora che è chiaro cosa sono le cartucce compatibili e perché sono denominate in questo modo, poniamoci una domanda importante: per quale motivo dovrebbero essere acquistate, o meglio, perché in tanti le preferiscono ai modelli originali?

La risposta è semplice: il prezzo di questi prodotti è sempre inferiore a quello dei modelli originali, di conseguenza optare per delle cartucce compatibili significa spendere di meno e garantirsi un risparmio molto interessante nel lungo periodo.

Chiaramente, l’ammontare del risparmio che deriva dall’utilizzo delle cartucce compatibili dipende da quanto viene utilizzata la stampante, tuttavia già nel medio periodo, come potrebbe ad esempio essere l’arco temporale di un anno, il risparmio che può derivare dall’utilizzo di cartucce compatibili sa essere consistente anche per quel che riguarda un semplice utilizzo casalingo della periferica.

L’ammontare del risparmio effettivo, ovviamente, cresce in maniera esponenziale nelle aziende e in tutti i contesti in cui si è soliti eseguire una maggiore quantità di stampe.

Alcuni luoghi comuni da sfatare

Nel parlare delle cartucce compatibili e dei loro punti di forza è doveroso sfatare alcuni luoghi comuni che talvolta riguardano tali prodotti e che non corrispondono assolutamente a realtà.

Anzitutto, c’è chi ritiene che questi articoli siano qualitativamente insufficienti, ma non è affatto così, anzi le aziende che producono cartucce compatibili si sono molto evolute negli ultimi anni e propongono cartucce in grado di eseguire delle stampe perfette, che nulla hanno da invidiare a quelle eseguite tramite cartucce originali.

Altrettanto sbagliato sarebbe credere che le cartucce compatibili abbiano a che vedere con il mondo della contraffazione e con quant’altro di scorretto può verificarsi in ambito commerciale: le aziende che producono cartucce compatibili, infatti, presentano il proprio prodotto per ciò che è informando adeguatamente il consumatore, e non utilizzano marchi altrui in modo improprio.

Produrre delle cartucce che si possano utilizzare in stampanti prodotte da altre aziende, come detto, è un qualcosa di assolutamente legale.