Questo video postato da un utente Reddit mostra la formazione di un downburst in Australia, risalente a circa un mese fa. Gli stessi che, per intenderci, i metereologi stanno registrando in Italia.

1 view

Significato Downburst

Un downburst è un fenomeno meteorologico che coinvolge un potente flusso discendente d’aria verso il suolo a seguito di un temporale o di un cumulonembo. Questo flusso d’aria scende rapidamente verso il basso, spesso a velocità molto elevate, e può creare venti estremamente forti e dannosi, spazzando via tutto ciò che incontra sul suo percorso. In pratica si verifica quando un temporale è nelle sue fasi finali e perde la sua corrente ascensionale. Questo fa sì che tutto il vento scenda in una volta sola e molto velocemente. Poi, quando tutto il vento colpisce il suolo, si diffonde molto rapidamente e provoca molta distruzione. Dovreste andare su YouTube e cercarlo, ci sono alcuni video molto belli di ciò che fa agli aerei.

Il downburst non è un tornado

I downburst e i tornado sono diversi. I downburst hanno venti che si muovono verso l’esterno, generalmente in un’unica direzione, mentre i tornado hanno venti che si muovono verso l’interno e a spirale. Si può notare la differenza al suolo da come si allineano i detriti. Probabilmente hanno detto “sistema simile a un tornado”, nel senso che “i danni causati alle proprietà erano simili a quelli di un tornado”, ma non è la stessa cosa che definirlo un evento tornadico.

Ti potrebbero interessare:  Le migliori discoteche di Milano, oggi

In genere non è un tornado: è un evento diverso. La persona che parlava probabilmente pensava che tutti i danni significativi dovessero essere di origine tornadica, o cercava di semplificare eccessivamente l’evento per renderlo più comprensibile. Un tornado avviene quando si forma quando una tempesta che tira molta aria attraverso il suo lato posteriore, mentre la nube cresce. C’è dell’altro nel modo in cui si formano (la “torsione” dell’aria intorno all’updraft e, controintuitivamente, un downdraft dietro la tempesta), ma possiamo semplificare efficacemente un tornado a questo updraft maturo e violento.

Un downburst è l’effetto inverso. Invece di salire, l’aria scende. Scendendo, l’aria si asciuga, diventando più densa e, in determinate circostanze, colpendo il suolo (o gli aerei, soprattutto quelli in avvicinamento) in modo piuttosto violento. Sono possibili venti superiori alle 100 miglia orarie e sono comuni danni strutturali minori e danni estesi ad alberi e colture. Questi fenomeni possono essere accompagnati da pioggia o semplicemente dal vento, ma si può pensare che si tratti di una palla d’aria che sprofonda rapidamente…

Un esempio di downburst può essere il seguente:

Immaginiamo una giornata estiva calda e umida, con l’arrivo di temporali nelle prime ore del pomeriggio. Nel corso del pomeriggio, le nuvole si accumulano e si sviluppano cumulonembi, che sono nubi temporalesche imponenti e instabili. Queste nuvole temporalesche possono raggiungere altezze notevoli nell’atmosfera e contenere un’enorme quantità di energia potenziale.

Quando la pioggia scende dall’interno della nube, una parte di essa evaporerà rapidamente a causa della calura dell’aria circostante. Questo processo di evaporazione assorbe calore dall’aria circostante, raffreddandola e rendendola più densa. Questa aria raffreddata inizia quindi a scendere verso il suolo sotto forma di corrente discendente.

Ti potrebbero interessare:  Come ingrandire gli occhi piccoli attraverso il make up

A questo punto, si verifica il downburst. L’aria fredda e densa precipita verso il basso a una velocità elevata e, una volta raggiunto il suolo, si espande radialmente in tutte le direzioni. Questo movimento di espansione crea un forte flusso d’aria orizzontale a livello del suolo, provocando venti estremamente forti che possono raggiungere velocità superiori ai 160 km/h.

Il downburst può essere classificato in due categorie principali:

  1. Downburst umido (wet downburst): quando il flusso d’aria discendente è fresco e porta con sé precipitazioni, causando una forte pioggia e talvolta grandine.
  2. Downburst asciutto (dry downburst): quando il flusso d’aria discendente è secco e privo di precipitazioni. In questo caso, l’aria si riscalda rapidamente al contatto con l’ambiente circostante asciutto, creando condizioni di forte evaporazione e creando nuvole di polvere e detriti noti come “outflow boundary” o “gust front”.

I downburst possono essere estremamente pericolosi, causando danni significativi a edifici, alberi e infrastrutture. Possono anche essere responsabili di fenomeni noti come “microburst”, downburst di dimensioni più piccole ma altrettanto pericolosi. La loro violenza e rapidità di formazione li rendono un aspetto importante della meteorologia da tenere in considerazione per la sicurezza pubblica e la pianificazione delle infrastrutture.

Esempio: un downburst in Arizona (luglio 2023)

Il video è stato girato in timelapse.

Fonte: Reddit

1 view

Etimologia

La parola “downburst” è un termine inglese utilizzato in meteorologia per descrivere un tipo di fenomeno atmosferico. Vediamo l’etimologia di questa parola:

Ti potrebbero interessare:  Che cos'è odnoklassniki?

La parola “downburst” è composta da due parti: “down” e “burst”.

  1. “Down”: “Down” è una parola inglese che significa “giù” o “verso il basso”. Questa parte del termine indica il movimento verticale discendente dell’aria all’interno del fenomeno atmosferico.
  2. “Burst”: “Burst” significa “esplosione” o “scoppio”. Indica il repentino e intenso rilascio di aria discendente, che è caratteristica dei downburst.

Quindi, l’etimologia di “downburst” può essere compresa come un “scoppio discendente” o un rilascio repentino di aria fredda e pesante dalla base di un temporale o di un cumulonembo, che scende rapidamente verso il suolo a causa della forza di gravità. Questo fenomeno può causare venti estremamente forti e dannosi quando raggiungono il terreno, provocando danni simili a quelli dei tornado o delle trombe d’aria, ma con caratteristiche distintive.

Di leultime.info

Leultime.info è un blog collaborativo che ispira armonia. Sul nostro blog, promuoviamo un approccio sostanziale alla comunicazione, incoraggiando a condividere opinioni in modo costruttivo e rispettoso. Gli articoli non riflettono necessariamente la visione del proprietario del progetto.

Licenza Creative Commons I contenuti di questo blog sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.