La ludopatia, nota anche come gioco d’azzardo patologico o dipendenza dal gioco d’azzardo, è una condizione caratterizzata da un impulso incontrollabile a giocare d’azzardo nonostante le conseguenze negative che questo comporta sulla vita personale, familiare, finanziaria e sociale della persona coinvolta. La ludopatia è considerata una forma di dipendenza comportamentale simile alla dipendenza da sostanze chimiche.

Le persone affette da ludopatia spesso mostrano sintomi come:

  1. Pensieri costanti sul gioco d’azzardo.
  2. Aumento della frequenza e della quantità di scommesse nel tempo.
  3. Incapacità di smettere di giocare nonostante i tentativi di farlo.
  4. Agitazione o irritabilità quando si cerca di smettere o di ridurre il gioco.
  5. Ricorso a comportamenti illegali o fraudolenti per ottenere denaro da scommesse.
  6. Mentre è impegnato nel gioco d’azzardo, la persona può trascurare le proprie responsabilità personali, familiari o lavorative.
Ti potrebbero interessare:  Oggi è un giorno palindromo (22-02-2022), che cosa vuol dire

La ludopatia può avere gravi conseguenze, tra cui problemi finanziari, rotture familiari, perdita di lavoro, problemi legali e problemi di salute mentale. È importante cercare aiuto professionale se si sospetta di avere una ludopatia o se si conosce qualcuno che ne soffre. La terapia, il supporto psicologico e i programmi di recupero sono disponibili per aiutare le persone a superare la ludopatia e a riprendere il controllo sulla propria vita.

Ti potrebbero interessare:  Che vuol dire omv - Significati sigla

Di leultime.info

Leultime.info è un blog collaborativo che ispira armonia. Sul nostro blog, promuoviamo un approccio sostanziale alla comunicazione, incoraggiando a condividere opinioni in modo costruttivo e rispettoso. Gli articoli non riflettono necessariamente la visione del proprietario del progetto.

Licenza Creative Commons I contenuti di questo blog sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.