Ecco che cosa c’è da sapere per organizzare un regalo avventura

Quando si va in vacanza è fondamentale l’organizzazione del viaggio. Sia in quelli piccoli o in quelli di grandi periodi, come 1 o 2 mesi, si tratta di pianificare quelle piccole cose che permettono di evitare gli imprevisti.

Organizzare il viaggio, scegliere i periodi in cui partire, individuare i luoghi di interesse, scegliere l’hotel in cui sistemarsi e comprare in anticipo alcune escursioni potrebbe risultare stressante prima di partire.

Partire per una vacanza con un regalo avventura

Per evitare questo è fondamentale sapere che ci sono anche dei pacchetti vacanza low cost che possono essere acquistati. In questi, è possibile optare per differenti servizi come la colazione inclusa, varie escursioni oppure attività a cui partecipare.

La scelta di un pacchetto viaggi ha sicuramente dei vantaggi rispetto a prenotare tutto da soli. Infatti, le persone scelgono queste modalità di vacanza perché riescono a risparmiare anche in termini di tempo. Questo è il primo vantaggio dei pacchetti vacanza low cost perché delegare l’organizzazione del viaggio è sicuramente uno dei migliori modi per non stressarsi prima della partenza.

Un secondo vantaggio dei pacchetti vacanza è il fatto che i pasti sono inclusi. Colazione, pranzo e cena non prevedono un costo aggiuntivo. Inoltre, se si va in vacanza con amici è possibile anche mangiare insieme, partecipare agli eventi della vacanza organizzata e rilassarsi per una settimana.

Ci sono tanti pacchetti vacanza pre-organizzati. Alcuni di questi permettono di andare in luoghi molto lontani come la Thailandia, Zanzibar e altre località esotiche come le Maldive o la polinesia francese. Oppure semplicemente nella regione in cui risiediamo.

Pianificare una di queste vacanza sicuramente ha un suo costo e se fatto con largo anticipo è possibile risparmiare. Inoltre, affidarsi a un pacchetto vacanza organizzato da un’agenzia permette delegare i passi burocratici della prenotazione.

Uno di questi passaggi è quello di avere il passaporto per fare dei viaggi internazionali. Quando si esce dall’europa con i pacchetti vacanza è importante avere tutti i documenti, originali e con la copia, per evitare qualsiasi imprevisto. Inoltre, chi va in zone asiatiche con clima differenti deve sapere anche che è necessario fare alcuni vaccini per evitare di contrarre alcune malattie. Questa è considerata come una prassi e avere ogni informazione a riguardo è fondamentale rivolgersi al proprio medico curante.

I migliori regali avventura da ricevere

Una terza caratteristica dei pacchetti vacanza è quella che possono trasformarsi anche in un regalo avventura con Waynabox, ad esempio. Che cosa significa? Si tratta di un nuovo per far viaggi. Partire per una vacanza ricevuta come regalo che includa delle attività ricche di avventura permettono di vivere tante emozioni differenti.

Tra queste attività da regalare possono esserci il salto con il paracadute, arrampicata, canoa, rafting oppure una semplice giornata di trekking in un luogo di interesse naturale.

In uno di questi è fondamentale sapere che il regalo sia perfetto per chi lo riceve. Ci sono anche tante cose da sapere e per azzeccare il regalo giusto conviene porre alcune domande esplorativa senza dare troppo nell’occhio.

Gli Hotel ed il settore alberghiero vivono un periodo di cauto ottimismo

Per gli Hotel, l’erosione dei margini continua a essere in primo piano nei pensieri dei proprietari, perché l’aumento dei costi del lavoro (quando è possibile trovarlo), dei servizi pubblici e degli immobili, oltre a rinnovati piani di miglioramento delle proprietà e richieste di spese in conto capitale da parte dei marchi, sono le conversazioni comuni durante le conferenze delle associazioni albergatori.

La situazione si riduce alla crescita dei costi per le uscite che in molti casi supera di molto le entrate, così è facile comprendere che questa combinazione non è mai una buona cosa per gli albergatori. Il ricavo per camera disponibile, che rimane il modo migliore per misurare le prestazioni degli hotel, durante la maggior parte dei confronti, continua a registrare circa un 2% mentre le spese crescono con una tendenza del 5% o più.

Gli albergatori lo sanno bene, e mentre sembrano rimanere a bordo con il tentativo di aumentare la tariffa giornaliera media, stanno anche cercando opportunità di guadagno accessorie e un modo per tenere sotto controllo le richieste finanziarie da parte delle marchi per chi ne fa capo.

La parola che si sente spesso pronunciare è “opportunità”, sia quando giunge dai dirigenti delle varie marche delle catene alberghiere, che di solito parlano delle aree dove vorrebbero vedere l’espansione, o dei proprietari di hotel che parlano invece delle loro capacità di aggiungere valore alle transazioni e trasformare gli hotel meno performanti. Questa può essere la prova che tutti le tipolgie di Hotel, stanno ritagliando con successo la loro nicchia nell’attuale traiettoria di crescita, seppure lenta ma costante.

Non esiste una data di scadenza per un’espansione, deve invece esserci un’obiettivo da raggiungere, una causa o un evento esterno. Nessuna di queste cose è evidente che in questo momento ci sia, tranne gli obiettivi che ogni singolo albergatore si impone di ottenere.

Il risultato del settore è un cauto ottimismo sulle cose da fare, perché un paio di anni fa, le persone avevano molta più paura di una recessione, al contrario, adesso tutti cercano di fare qualcosa per migliorare.

Durante le discussioni che si svolgono anche nelle principali fiere del settore degli Hotel, i relatori condividono la speranza che la crescita della domanda interna rimanga sostenibile, soprattutto nell’ambito del turistico e/o business.

Rimane evidente che in momenti come questi, il suggerimento migliore per l’industria degli alberghi, rimane quello di evolversi per rimanere redditizia , effettuando passi avanti nell’innovazione per contrastare i punti deboli del budget, come l’aumento del costo del lavoro e l’aumento delle tasse sulla proprietà.

www.hotelpedrini.it

4 blooper dentro il film “Vacanze romane” che non conoscevi

In uno dei film italiani più famosi al mondo, nel quale si racconta la storia della principessa Ann, in fuga a Roma dopo un fitto insieme di appuntamenti in Europa, che incontra il giornalista americano Joe Bradley. Ci sono quattro errori o blooper, all’interno del film, ovvero i seguenti.

Joe dà ad Anna L. 1.000 (pari a un dollaro e mezzo)

Si tratta della stessa somma che la sera prima era servita a Joe per pagare il taxi dal Foro Romano a Via Margutta di notte. Anna riesce con tale importo ad acquistare un paio di scarpe, a tagliarsi i capelli e a comprare un gelato.

Joe spia Anna, che sta dal parrucchiere

Però lui si trova dall’altra parte di Piazza Fontana di Trevi rispetto al negozio di parrucchiere.

Anna sale la scalinata di Piazza di Spagna

proprio sotto Trinità di Monti e si mette a sedere, mangiando il gelato. L’orologio segna le 13,40. Joe che l’ha sempre seguita, finge di incontrarla per caso. Poi quando inizia il loro dialogo sulla scalinata di Piazza di Spagna, l’orologio della Chiesa di Trinità dei Monti segna le 11.40, poi le 14,40. In seguito i due dialogano, mentre Anna sta sempre mangiando il gelato, e l’orologio della chiesa fa le 15,15 poi le 11,30 ed infine le 15,47.

Il percorso in vespa

Ovviamente il percorso dei due in vespa ha l’unico scopo di riprendere i luoghi più belli di Roma, senza alcuna aderenza alla verità. Così la vespa per ben tre volte si trova su Via del Plebiscito (evidentemente all’epoca era facile sistemare in detta via la troupe e i macchinari).

Il percorso preciso seguito dai due è il seguente: JOE ALLA GUIDA Via del Teatro Marcello, poi verso Via del Teatro Marcello nello stesso senso di prima, Via Sistina, Colosseo (esterno ed interno), Trinità dei Monti, Via Sistina, Via del Corso verso Piazza Venezia, girando a destra per Via del Plebiscito. ANNA ALLA GUIDA Girano per Via del Traforo, all’uscita del tunnel che non si vede, girano all’angolo di Via del Tritone costeggiando il palazzo del Messaggero, per trovarsi poi (di nuovo) a Via del Plebiscito, poi Corso Rinascimento, piazza del Gesù, girando nella direzione opposta di via del Plebiscito.

Attraversano una via piena di pittori da strada, gettando per terra i loro books, poi attraverso i tavolini di un bar all’aperto (in Piazza delle Cinque Lune), poi per Via dell’Anima Largo Arenula, Ara Coeli e Campidoglio.

Postazioni autovelox Lazio – dal 18 al 24 marzo 2019

Autovelox a Roma e dintorni | il 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24 marzo 2019

Ecco un breve resoconto delle strade di Roma in cui potrebbero essere effettuati controlli della velocità, mediante sistema Autovelox e Tutor, al fine di tutelare la sicurezza stradale degli automobilisti e ridurre le possibilità di incidenti stradali.

Sul tratto stradale SS 675 Umbro Laziale (VT), è attivo un servizio di rilevamento della velocità nella regione Lazio a partire dal 21 marzo; stesso discorso vale dal 23 fino al 24 per il tratto A/A/24 al KM 10+500 (Roma L’Aquila/Teramo). Nella direzione nord in zona Roma, inoltre, sono attivi sui tratti autostradali (sistema Tutor controllato con il SICVE PM) dei controlli automatici della velocità media dei veicoli nei tratti stradali:

  • San Vittore – Cassino
  • Cassino – Pontecorvo
  • Colleferro – Valmontone
  • All Racc Roma Nord per A1 – Ponzano Romano
  • Ponzano Romano MAgliano Sabina (dir. Nord)
  • Magliano Sabina – Orte
  • Firenzuola – Badia
  • Reggio Emilia – Campegine
  • Magliano Sabina – Orte
  • Firenzuola – Badia
  • Reggio Emilia – Campegnie
  • Campegine – Parma
  • Badia – Firenzuola
  • All A1 Per Roma Sud – Colleferro
  • San Vittore – Caianello

Si invitano ovviamente gli automobilisti a rispettare il codice della strada in modo scrupoloso

(fonte)