Agorà

Configurazione accessori Gaming

configurazione accessori gaming

Nessuna configurazione da gaming è completa senza un buon set di periferiche adeguate, che si tratti di PC gaming o console le opzioni sono tantissime, mouse, tastiere, gamepad, cuffie monitor e molto altro sono solo alcune delle periferiche necessarie a migliorare l’esperienza generale di gaming. I pro-gamer spesso sono figure che ispirano gli acquisti di molti utenti, visti i loro successi nei vari match online.

Come digiti? 

La prima delle più importanti periferiche, specialmente nel caso dei PC gamer, è sicuramente la tastiera, fondamentale specialmente negli e-sports più frenetici. Una delle caratteristiche fondamentali che negli ultimi anni differenzia le tastiere “da ufficio” rispetto a quelle da gaming è sicuramente l’essere meccanica.

La differenza con una tradizionale tastiera a membrana sta nel fatto che quella meccanica è superiore in praticamente tutto:

Affidabilità: c’è uno switch per ogni singolo tasto, anziché un’unica membrana spalmata per tutti i tasti.

Precisione: Essendo i tasti meccanici unici per ogni singola lettera, ogni l’input dato dall’utente, sarà registrato in maniera più accurata rispetto alla membrana che può, in alcuni casi, percepire input errati.

Il mouse – Un accessorio Gaming importante

Per molti giochi, specialmente quelle degli e-sports, un buon mouse può fare davvero la differenza. In un gioco come Counter Strike ad esempio, grazie alla regolazione dei DPI (La risoluzione del sensore del mouse) è possibile infatti regolare in modo fine la “sensibilità” del mouse adattandolo come un guanto alle proprie esigenze.

Addirittura in alcuni modelli è possibile switchare rapidamente da un’impostazione DPI ad un’altra premendo un tasto apposito.

Anche la visione è importante

Ovviamente, un’altra “periferica” molto sottovalutata è lo schermo. Anche se durante i tornei di e-sport non viene data la scelta ai vari giocatori riguardo il monitor, gli vengono forniti comunque alcuni che hanno delle caratteristiche sicuramente superiori alla media.

I fattori da tenere maggiormente in considerazione sono un paio in particolare durante la scelta di un monitor da gaming:

Refresh rate: il refresh rate sarebbe tradotto in italiano la frequenza di aggiornamento, questo è aspetto è praticamente fondamentale nei giochi più frenetici, grazie al fatto che una maggiore frequenza di aggiornamento delle immagini a schermo permette di seguire in modo più chiaro elementi in movimento. Ad oggi si consiglia sempre di prendere uno schermo che supporti almeno un refresh di 120Hz, ma ci sono prodotti che arrivano anche a 240Hz.

Risoluzione: Anche la risoluzione dello schermo è estremamente importante, visto che permette di visionare dettagli che altrimenti risulterebbero poco visibili su uno schermo con risoluzione inferiore, ad oggi il minimo raccomandato è il 1080p ovvero 1920×1080, ma stanno diventando sempre diffusi i monitor 2k, ovvero 1440p (2560 x 1440).

L’audio, spesso dimenticato. Anche lui un importante accessorio per PC

Di sicuro non la priorità negli acquisti degli utenti, l’audio è un aspetto spesso sottovalutato, ma molti non sanno che specialmente in giochi competitivi la differenza tra il non sentire un passo nemico e farlo è molto grande, visto che permette di non essere sorpresi impreparati una volta che si gira un angolo.

Esistono diversi tipi di cuffie, stereo e surround, le prime sono quelle più tradizionali che dispongono di un altoparlante singolo per orecchio, quelle surround invece hanno più altoparlanti in ogni singolo padiglione, quest’ultima soluzione però sta venendo man mano abbandonata, visto il notevole peggioramento della qualità audio e del poco beneficio che da questa soluzione in termini di precisione e posizionamento audio.

Il nostro consiglio è quello di optare per delle buone cuffie stereo, con o senza microfono integrato, che poi è possibile “virtualizzare” (Ovvero creare un effetto surround virtuale in cuffie che però sono stereo).

La virtualizzazione delle cuffie stereo è possibile in due modi, acquistando un modello che ha un collegamento di tipo USB (questo indica che la cuffia è provvista di una “scheda audio” che andrà a creare l’effetto surround) oppure acquistare delle semplici cuffie stereo e una scheda audio che permetta anche di applicare un effetto 3D/surround.

Fonte: www.manaskill.com/accessori-gaming/

Leultime.info è gestito e scritto prevalentemente da Salvatore Capolupo