Che cos’è il saldo e stralcio del debito e come funziona

debito saldo stralcio
Half length portrait of two businessmen standing up and shaking hands

In un periodo di disagio finanziario, spesso si va incontro a problematiche legate alla negoziazione dei debiti o all’impossibilità di pagare un debito, a prescindere dal creditore. Ma se è vero che a tutto c’è rimedio, una delle possibili soluzioni da considerare è il saldo e stralcio del debito. Vediamo di cosa si tratta.

In cosa consiste il saldo e stralcio?

Si tratta di una procedura vantaggiosa per entrambe le parti coinvolte, creditore e debitore, specialmente per coloro che non sono più in grado – per motivi provati e giustificati – di sostenere le spese e i debiti; l’esempio più comune nella società odierna è la perdita del posto di lavoro quando si ha un mutuo sulle spalle.

Ovviamente ciò dipende sempre dal creditore coinvolto, in quanto non tutti sono disposti a concedere questa possibilità e in particolare i privati. Al contrario, questa modalità viene concessa dalle finanziarie – banche, finanziarie private, compagnie di servizi quali luce e gas – per cercare di recuperare, se non l’intero ammontare, almeno una parte del credito spettante.

Il debitore ha quindi l’obbligo di restituire il denaro pattuito durante la negoziazione del debito; si tratta di una procedura bonaria che consente al debitore di estinguere il proprio saldo con una cifra minore di quella iniziale, a patto che ci siano le condizioni per concederlo. Lo stralcio è molto vantaggioso siccome va dal 50% all’ 80% dell’importo originale a seconda del creditore.

É importante fare una precisazione sul saldo e stralcio del debito che coinvolge il debitore: questa modalità viene concessa in casi estremi, non è un diritto che il debitore si può avvalere ma una proposta a suo favore per chiudere la trattativa da entrambe le parti.

Lo stralcio immobiliare: cos’è

Nel momento in cui si stipula un contratto che coinvolge gli immobili (basti pensare all’ipoteca in un contratto di mutuo), la finanziaria ha il diritto di reclamarla nel momento in cui non riceve più i pagamenti o il debitore non fa fronte ai suoi doveri.

Il saldo e stralcio immobiliare è un’ulteriore manovra estrema, per evitare che il proprio immobile venga messo all’asta dal creditore per cercare di recuperare almeno una parte del suo credito.

In tal caso, se il debito supera il valore dell’immobile viene estinto; al contrario, non è detto che la vendita all’asta possa coprire il debito. Quest’ultimo persiste anche perché, con la vendita all’asta, spesso le case o immobili vengono svalutate molto. Un esempio è quando si stipula un contratto di mutuo con la banca ipotecando il proprio immobile: se le rate non vengono pagate si procede con l’espropriazione dell’immobile secondo l’iter previsto dalla Legge.

Con il saldo e stralcio immobiliare viene trattato il debito per abbassarne l’ammontare, e si cerca un acquirente disposto ad acquistare l’immobile per la cifra proposta. Questa procedura coinvolge anche le agenzie immobiliari o comunque di mediazione che abbiano competenze giuridiche e tecniche, in quanto richiede anche tempi non brevi per essere portati a compimento.

Potrebbero interessarti anche...

Seguici sul canale Telegram ufficiale @leultime

Leultime.info è un progetto web Capolooper