Tecnologia

Digitale terrestre: cosa cambierà a breve (calendario scadenze)

Come cambia il digitale terrestre? È bene tenere conto di una serie di date che il Governo ha calendarizzato, e che coincideranno con una serie di cambiamenti. Superata una certa data, infatti, dovrete obbligatoriamente verificare la compatibilità della vostra TV ed eventualmente cambiarla, per evitare di non riuscire a vedere più nulla. La data ultima è fissata, lo diciamo da subito, per giugno 2022.

È chiaro che bisognerà tenere presenti alcune date chiave, in modo da capire se sia o meno necessario cambiare TV o usufruire eventualmente del bonus TV.

Da quello che sappiamo ad oggi, le date chiave per l’aggiornamento del segnale del digitale terrestre sono tre, e sono le seguenti:

  • 1 settembre 2021: in questa fase le TV riceveranno segnale esclusivamente in MPEG4, e le TV più vecchie potrebbero avere qualche problema già da qui, nello specifico se non sono in grado di ricevere segnale in HD.
  • risintonizzazione obbligatoria delle frequenze: dal mese di settembre 2021 sarà infatti necessario risintonizzare i canali, secondo un calendario specifico che interesserà le diverse regioni in momenti diversi e che terminerà, da programma, a giugno 2022.
  • per giugno 2022 è infine previsto il passaggio definitivo allo standard DVB-T2 / HEVC. Le vecchie TV non saranno più in grado di ricevere questo genere di segnale.

Come fare il test del digitale terrestre

Se avete una vecchia TV e non sapete se sia “troppo” vecchia per il nuovo standard DVB-T2, ricordando che c’è ancora tempo fino a giugno del 2022 per adeguarsi, potete andare sul canale 100 o sul canale 200 e verificare se si vede o meno una schermata con la scritta:

Test HEVC Main10

che è una diagnostica che indica che la TV supporta correttamente la trasmissione HEVC, cioè quella di nuova generazione da metà 2022 in poi. Se su questi canali vedete una trasmissione diversa o non attesa, conviene effettuare la risintonizzazione di tutti i canali canali e riprovare dopo averla fatta. Se sui canali 100 e 200 non vedete nulla, oppure vedete una schermata nera o qualche segnale diverso di errore, è plausibile che la vostra TV debba essere cambiata e non sia adatta al nuovo standard.

Ricordiamo che lo standard HEVC (che sta per High Efficiency Video Coding) corrisponde con lo standard tecnologico noto anche come H.265, ed è in grado di trasmettere video a qualità superiore rispetto al passato, raddoppiando il rapporto compressione dei dati e supportando fino a 8192×4320 pixel fino ad una risoluzione massima 8K.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leultime.info è gestito e scritto prevalentemente da Salvatore Capolupo