Chi è Salmo: età, quali sono i dischi, perché Lebonwski, account Instagram

Maurizio Pisciottu, noto ai più come Salmo, è un rapper e cantante italiano originario di Olbia, nato nel 1984. Ha attualmente 37 anni, è del segno zodiacale del Cancro ed ha prodotto 5 album solisti.

I dischi di Salmo sono:

  • 2011 – The Island Chainsaw Massacre
  • 2012 – Death USB
  • 2013 – Midnite
  • 2016 – Hellvisback
  • 2018 – Playlist

Inizia nel mondo della musica da giovanissimo, collaborando anche con le band To Ed Gein e Skasico. Il successo arriva prima nel 2011 con il primo album The Island Chainsaw Massacre, per poi consolidare la propria fama con un connubio unico, almeno all’epoca, per l’Italia tra dubstep e rap (Death USB, con cui vince un MTV Hip Hop Awards nella categoria Best Crossover).

Il sound dell’epoca è unico ed inimitabile, e vive di suggestioni rock legate ad esempio ai Rage against the Machine, origini che non saranno mai rinnegate per quanto poi il sound di Salmo abbia subito un certo cambiamento ed evoluzione negli anni. Il genere suonato da Salmo è cambiato di molto a seconda degli anni, ma resta comunque nell’ambito del rap / hip hop.

Nella sua discografia non mancano, in generale, riferimenti al mondo degli anni Ottanta ed un mood mutevole ed imprevedibile.

In tempi recenti, infine, Salmo ha fatto discutere su più fronti – coinvolgendo vari artisti che hanno polemizzato contro di lui – per via di un concerto organizzato in Sardegna senza mascherine nè distanze di sicurezza, affermando così (a suo dire) una forma di ipocrisia per cui gli assembramenti in tempi di Covid-19 vengono sanzionati solo in alcuni casi (nel caso di festeggiamenti per la vittoria degli Europei di calcio, ad esempio, non succede nulla).

Il nome Le Bon deriva da un’ispirazione ben precisa: il nome del cantante dei Duran Duran, Simon Le Bon, da cui Salmo ha ricavato Salmo Le Bon per quanto abbia dichiarato che non si tratta di un vero e proprio tributo.

Il suo account social su Instagram è @lebonwski.

Foto di copertina: XFossaDeiLeoniX at Italian Wikipedia, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons