Come si promuove un corso di formazione? Questi i metodi più efficaci

Con i vari settori lavorativi, immersi all’interno di paradigmi differenti a manifestare esigenze sempre nuove, dettate nella stragrande maggioranza dei casi dai cambiamenti repentini dei vari mercati, ogni realtà, sia essa aziendale o meno, necessita di figure professionali sempre aggiornate e pronte ad affrontare la mutevolezza dei mercati.

Docenti, professionisti e dipendenti d’azienda si trovano in una posizione molto peculiare, all’interno della quale l’unico modo per potersi promuovere con efficacia all’interno dei vari mercati di lavoro è attraverso la formazione. Sviluppare nuove competenze all’interno dell’organico è la prerogativa di moltissime company di successo. Sono queste ultime a tenere o sovvenzionare i corsi utili al team per portare nuovi temi all’interno delle iniziative d’impresa.

Si tratta di un business molto proficuo, dall’altra parte, per chi organizza queste sessioni. Ovviamente, promuovere un corso di formazione richiede l’utilizzo di diverse strategie tra cui il marketing digitale, la pubblicità sui social media e la creazione di contenuti accattivanti. In quest’ottica si può affermare che uno degli strumenti più efficaci sia la presentazione in powerpoint, argomento su cui il sito di Maurizio La Cava, tra i maggiori esperti del settore, offre approfondimenti utili e interessanti.

Osservare le dinamiche dei competitor

In un settore tanto variegato e madido di sfaccettature come può essere quello della formazione, avere una certa attenzione nei confronti di quanto proposto dalla concorrenza è molto importante. In questo paradigma, particolarmente specifico, infatti, la competizione aumenta a vista d’occhio, con proposte che alzano l’asticella in maniera vertiginosa a cui soltanto le top agencies riescono a fare fronte, comunque non senza sforzi. Per questo motivo, anche gli operatori del settore devono presentare contenuti sempre nuovi, in modo tale da offrire servizi di upskilling e reskilling abbastanza efficaci da essere scelti, a loro volta, dalle aziende di maggior spicco nei vari settori di riferimento.

Sviluppare strategie in target

In qualsiasi settore, ormai, prodotti e servizi vanno erogati in maniera consapevole, rivolgendosi espressamente ad un target ben definito. Solo in questo modo, infatti, si avrà la possibilità di poter incrementare la percentuale di successo, rivolgendosi alla propria fetta di mercato attraverso dei contenuti mirati, sicuramente sviluppabili più facilmente dopo un’attenta valutazione dei buyer personas.

Sapere come veicolare e costruire un messaggio efficace permette agli esperti in formazione di sfoggiare una strategia di marketing efficiente, sicuramente in grado di dare i suoi frutti sul breve e sul lungo periodo. A tal proposito, dunque, vi suggeriamo di tenere d’occhio aspetti dell’advertising come i social media, i volantini per ricoprire il settore offline, le collaborazioni e l’introduzione di newsletter per fidelizzare i clienti già esistenti.

Sfruttare l’advertising per divulgare un messaggio

Come già precedentemente accennato, sono quattro i punti fondamentali del marketing rivolto alle realtà che si occupano di formazione. In primo luogo, bisogna citare i social: mezzo prediletto da una moltitudine di company, da dover utilizzare, però con consapevolezza, attraverso un piano utile a definire il tipo di contenuti da pubblicare e la cadenza con cui farlo. I social dovranno essere sempre aggiornati con contenuti di qualità in grado di veicolare messaggi chiari e concisi.

La newsletter è un’ottima tattica per poter conservare le e-mail degli utenti già iscritti, aiutando molto nella consolidazione di rapporti già esistenti. Per quanto concerne, invece, locandine e volantini, esse si rifanno a tutte quelle aziende che scelgono di puntare anche sull’advertising offline. Le collaborazioni, infine, si rivelano cruciali ai fini di networking.