Vai al contenuto

Biciclette ed e-bike: si può replicare il record di vendite online avvenuto durante il covid?

Dopo due anni in cui il settore delle biciclette ha registrato un record di vendite online a causa dell’impossibilità di recarsi fisicamente nei negozi durante la pandemia, il 2022 ha evidenziato una sorta di stabilizzazione del mercato nella prima metà dell’anno seguita da una ripartenza nei mesi successivi, in cui è stata registrata una risalita della richiesta su e-commerce e shop online.

L’andamento delle vendite è sempre sorvegliato da esperti del settore, che sembrano avere registrato un qualche malcontento da parte dei distributori di componenti e di biciclette che raccontano che gli ordini sono inferiori rispetto ai tempi del covid.

Il 2023 può essere un anno di svolta per il settore delle vendite online di biciclette ed e-bike? Sarà possibile in qualche modo riuscire a registrare una nuova impennata degli acquisti, proprio come avvenne durante la pandemia? Cerchiamo di capirlo andando ad analizzare l’andamento del settore sia online che nei negozi fisici.

Le vendite nel 2022: cosa evidenziano gli esperti?

Nel 2022 una parte dei negozi fisici ha dovuto lottare per riuscire a tenere testa alle vendite online, c’è anche una parte di commercianti che si è ritrovata a dover fare i conti con le banche a cui avevano chiesto dei prestiti, durante il periodo di chiusura a causa della pandemia. Ovviamente, la situazione non è uguale per tutti, in quanto ci sono realtà ben diverse. In particolare:

  • gli e-commerce: ovvero gli shop online (spesso di negozi fisici) sembra che abbiano attutito bene il calo delle vendite post covid, registrato nel settore. Aziende specializzate come Sportissimo, un negozio di biciclette a Modena che possiede un sito web in cui è possibile effettuare acquisti online, ancora oggi riescono a registrare un aumento delle vendite. In particolare, l’azienda Sportissimo, specializzata nella vendita di bici nuove, usate, e-bike e accessori per ciclismo, nell’ultimo anno ha registrato nel mese di gennaio 2023 un + 22 % di acquisizione nuovi utenti rispetto al periodo precedente e un + 12% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le vendite online, pertanto, sono un settore che non sembra aver subito la crisi post pandemia, in quanto ancora oggi sono in molti che avendo provato i vantaggi derivanti dagli acquisti online si ritrovano a preferire questa formula piuttosto che recarsi fisicamente in negozio;
  • le officine: ovvero coloro che si occupano della riparazione delle biciclette e non vendono, sembra che abbiano registrato una crescita nel lavoro anche post covid. In un mercato in cui le vendite sembrano essere ridotte, le riparazioni non mancano mai. Ciò che scarseggia sono i pezzi di ricambio ma la manodopera si vende bene e la tendenza è quella di cercare di riparare il riparabile piuttosto che optare per la sostituzione dei pezzi;
  • i piccoli commercianti: un settore che post 2022 sembra avere registrato un leggero calo delle vendite ma che nonostante ciò riesce ancora a destreggiarsi sul mercato. Le maggiori richieste da parte dei consumatori sembrano ancora oggi riguardare il comparto delle e-bike, che richiedono una maggiore disponibilità economica pre ordine rispetto le bici tradizionali;
  • i grandi commercianti e le catene di distribuzione: che possiedono grandi capitali sono quelli che secondo esperti sono riusciti ad affrontare, senza fatica, il passaggio dal boom di vendite registrato nel 2020-2021 alla stabilizzazione del mercato avvenuta lo scorso anno.

È possibile replicare il record di vendite in futuro?

In qualche modo sembra fosse inevitabile che a seguito del boom di vendite registrato nel 2020 arrivasse negli anni a seguire una fase di stabilizzazione delle vendite. Gli esperti, però, auspicano in un 2023 di ripartenza, un anno in cui è possibile veder registrati dei nuovi picchi di richiesta di vendita online sia di biciclette elettriche che di bici tradizionali.

Già dalla seconda metà dello scorso anno, la situazione sembra essere migliorata grazie alla vendita online delle biciclette elettriche che hanno continuato a portare avanti il mercato, avvicinando al mondo del ciclismo anche coloro che, amanti dell’innovazione e della tecnologia, non erano mai saliti in sella prima d’ora.

Ovviamente, nessun esperto possiede la sfera di cristallo per poter leggere il futuro, ma l’augurio di tutti è quello che il settore possa sempre essere in continua crescita, magari grazie anche ad aiuti e sostegni da parte del Governo, che possano andare incontro non solo alle necessità del mercato online, ma anche alle piccole realtà commerciali ed alle botteghe storiche.

Licenza Creative Commons I contenuti di questo blog sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.