Il 2022 è stato aria di forte cambiamento anche per il mondo legato ai PC e ai notebook per il gaming, che se fino a quel momento bene o male presentavano tutti quanti più o meno gli stessi dati e le stesse schede tecniche, da qualche tempo, non solo per la fascia altissima del mercato, sono andati incontro a diverse novità. Del resto negli ultimi anni è stato il settore del gaming in generale, in tutto e per tutto, ad essere caratterizzato da una grande evoluzione. L’avvento dell’online ha cambiato tutto, anche i videogiochi godono di una qualità sempre più alta e di una giocabilità sempre maggiore. Se pensiamo anche alla realtà legata al gambling, vediamo che sono sempre di più i giocatori che si avvicinano al mondo online piuttosto che a quello fisico. Basti pensare alle slot machine, sempre meno presenti nelle sale fisiche, che sono sempre meno, e costantemente aggiornate nei casinò virtuali, come ad esempio le slot della casa Habanero o di altre note software house, da Playtech e Novomatic, da 1X2 a NetEnt. Tornando sulla dimensione legata ai notebook, ad oggi possiamo tranquillamente affermare che abbiamo finalmente a nostra disposizione, senza la necessità di andare incontro a spese poco sostenibili per la maggior parte delle persone comuni, una serie di portatili che sono in grado di godere di una progettazione personalizzata su alcuni fattori fondamentali quali la tastiera e la gestione termica.

Di certo nulla a che vedere con il Lenovo Legion i7, che attualmente viene considerato da alcuni come il portatile gaming più evoluto tra tutti, ma anche con un design molto più sobrio e meno appariscente e con caratteristiche tecniche inferiori si può tirar fuori qualcosa di altissimo livello. Concentrandoci sull’aspetto legato alle spese, la splendida notizia per tutti gli appassionati riguarda in particolar modo l’abbassamento dei prezzi, il quale offre l’opportunità di alzare il rendimento della scheda tecnica senza l’obbligo di dover affrontare costi elevatissimi. Fino a qualche tempo fa, infatti, era assolutamente impossibile trovare sul mercato un notebook per il gaming che avesse un prezzo inferiore ai mille euro, mentre ad oggi possiamo assicurarvi che non è più così. Ovviamente, se si vuole godere della presenza di un processore come Core i7 o Ryzen 7 è obbligatorio andare incontro a qualche compromesso.

Uno dei compromessi può essere proprio il display, che molto spesso, non essendo calibrato al meglio e non avendo una qualità così tanto elevata, non permette al videogiocatore di effettuare un’esperienza di gioco caratterizzata dalla migliore versione di ogni singola sfumatura e sfaccettatura. Tra i migliori notebook sotto i mille euro c’è senza ombra di dubbio HP Pavilion Gaming da 15,6″. Il design, essendo caratterizzato dalla presenza di inserti verdi e di una retroilluminazione della tastiera che presenta lo stesso identico colore, è decisamente aggressivo, inoltre la tastiera è sicuramente uno degli aspetti meno qualitativi di questo tipo di notebook. Un’altra nota dolente è la cerniera, tanto che occorre fare particolare attenzione nel momento in cui la si apre. Tuttavia, il Pavilion Gaming 15 ha delle specifiche che attirano l’attenzione di un vero e proprio gamer, visto che ha un processore Intel Core i5 10300H con una GeForce GTX 1650.

La nota più negativa di tutte è senza ombra di dubbio la batteria scarsa che caratterizza questo notebook, il quale dal canto suo, però, vi garantisce un’ottima qualità senza che nessuno di voi debba temere delle perdite di frame durante la propria esperienza di gioco. La luminosità del display non è di certo al top, ma a compensare tutto questo ci pensa in buona parte il fatto che lo schermo sia antiriflesso. Inoltre questo notebook gode di una grande dotazione di porte, oltre che di speaker positivissimi curati da Bang&Olufsen. Costando meno di mille euro ed essendo uno dei notebook più accessibili sul mercato, è normale che qualche piccola pecca, comunque sia assolutamente trascurabile, ci sia.

Di leultime.info

Leultime.info è un blog collaborativo che ispira armonia. Sul nostro blog, promuoviamo un approccio sostanziale alla comunicazione, incoraggiando a condividere opinioni in modo costruttivo e rispettoso. Gli articoli non riflettono necessariamente la visione del proprietario del progetto.

Licenza Creative Commons I contenuti di questo blog sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.