Il Segretario Generale dell’ONU, Antonio Guterres, ha recentemente fatto un urgente appello per un’azione immediata e radicale contro il cambiamento climatico, sottolineando che le temperature record registrate a luglio indicano che la Terra è passata da un periodo di semplice riscaldamento a quello di una “era di ebollizione globale”. Parlando a New York, Guterres ha descritto il caldo intenso nell’emisfero settentrionale come una “crudele estate” e ha avvertito che per l’intero pianeta, questa situazione rappresenta un disastro. Ha previsto che, a meno di un repentino cambiamento verso un periodo di raffreddamento, luglio 2023 infrangerà i record climatici su scala globale. Ha concluso che il cambiamento climatico è già presente, è terrificante e rappresenta solo l’inizio di sfide sempre più gravi.

Il surriscaldamento globale, o riscaldamento globale eccessivo, si riferisce a un aumento significativo delle temperature medie globali, con impatti ambientali e climatici gravi. Questo fenomeno è ampiamente riconosciuto dagli scienziati e attribuito principalmente alle attività umane che rilasciano grandi quantità di gas serra nell’atmosfera. Le principali cause del surriscaldamento globale includono:

  1. Emissioni di gas serra: Le attività umane, come la combustione di combustibili fossili per l’energia e il trasporto, l’industria e l’agricoltura intensiva, rilasciano grandi quantità di gas serra come CO2, metano e ossido nitroso. Questi gas intrappolano il calore nell’atmosfera, creando l’effetto serra e portando all’aumento della temperatura terrestre.
  2. Deforestazione: La perdita di foreste a causa della deforestazione riduce la capacità della Terra di assorbire CO2, contribuendo ulteriormente all’aumento delle concentrazioni di gas serra nell’atmosfera.
  3. Industrializzazione e urbanizzazione: L’aumento dell’urbanizzazione e l’espansione dell’industria hanno portato a un aumento delle emissioni di gas serra e al degrado ambientale.
  4. Agricoltura intensiva: Pratiche agricole come l’allevamento di bestiame e l’uso massiccio di fertilizzanti e pesticidi possono aumentare le emissioni di gas serra e compromettere la capacità del suolo di immagazzinare il carbonio.
Ti potrebbero interessare:  Idee regalo di design per Natale: accessori da cucina irresistibili!

Per affrontare il surriscaldamento globale, sono necessarie azioni mitiganti, cioè misure volte a ridurre le emissioni di gas serra e ad adottare pratiche sostenibili. Alcune delle azioni chiave includono:

  1. Transizione verso energie rinnovabili: Promuovere l’uso di fonti di energia pulita, come il solare, l’eolico, l’idroelettrico e l’energia geotermica, per ridurre la dipendenza dai combustibili fossili.
  2. Efficienza energetica: Migliorare l’efficienza energetica nei settori industriali, residenziali e dei trasporti per ridurre il consumo di energia e le emissioni di CO2.
  3. Conservazione delle foreste: Proteggere e ripristinare le aree forestali per aumentare l’assorbimento di CO2 dall’atmosfera.
  4. Agricoltura sostenibile: Promuovere pratiche agricole sostenibili, come l’agricoltura biologica e la gestione sostenibile del suolo, per ridurre le emissioni di gas serra e aumentare la capacità del suolo di immagazzinare il carbonio.
  5. Consapevolezza e azione a livello individuale: Adottare comportamenti eco-sostenibili, come il riciclaggio, la riduzione degli sprechi e la scelta di prodotti a basse emissioni, può contribuire a ridurre l’impatto ambientale personale.
Ti potrebbero interessare:  Bolier in pompa di calore: è davvero più conveniente di quello elettrico?

L’affrontare il surriscaldamento globale è una sfida globale che richiede il coinvolgimento e la cooperazione di governi, aziende, istituzioni e individui di tutto il mondo. Solo attraverso sforzi congiunti e azioni tempestive possiamo sperare di mitigare gli effetti negativi del cambiamento climatico e preservare il nostro pianeta per le generazioni future.

Foto di Anna Shvets: https://www.pexels.com/it-it/foto/terra-tenendo-sfera-pianeta-4167566/

Di leultime.info

Leultime.info è un blog collaborativo che ispira armonia. Sul nostro blog, promuoviamo un approccio sostanziale alla comunicazione, incoraggiando a condividere opinioni in modo costruttivo e rispettoso. Gli articoli non riflettono necessariamente la visione del proprietario del progetto.

Licenza Creative Commons I contenuti di questo blog sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.