Fra le diverse forme di pensione integrativa che permettono al lavoratore di accantonare i propri risparmi, oltre alle forme note del FONDO APERTO, CHIUSO o PIP, c’era anche il fondo complementare FondInps.

Cos’è FondInps

Si trattava nello specifico di una forma di pensione integrativa istituita presso l’Inps e nata con lo scopo di garantire ai lavoratori che ne facevano parte di avere, una volta raggiunta l’età del pensionamento, una pensione da integrare a quella del sistema pensionistico nazionale.

Il FondInps era aperto a tutti i lavoratori che, a sei mesi dall’assunzione, non indicavano espressamente a chi destinare il TFR che maturavano durante l’attività lavorativa e che non possedevano un fondo pensionistico integrativo attivo. L’adesione a questo fondo avveniva quindi secondo modalità tacita e  i lavoratori che ne aderivano venivano anche definiti “lavoratori silenti”.

Ti potrebbero interessare:  Spese legali: come funzionano gli ISA e quanto potrebbero pesare nel preventivo avvocato

Come funzionava FondInps

Una volta trascorsi 24 mesi dall’adesione al fondInps il lavoratore aveva anche possibilità di decidere di spostare la propria posizione individuale su altro fondo integrativo.

In particolari casi si aveva anche possibilità di richiedere un anticipo di quanto rispetto al Trattamento di fine rapporto maturato per soccombere ad esempio a spese mediche urgenti.

La chiusura del fondInps: come è cambiata la pensione integrativa

Con la legge di bilancio del 2018 si è fatta largo la richiesta espressa dal Covip (la commissione di vigilanza sui fondi pensione) di abolizione del fondInps.

Ti potrebbero interessare:  Plotter: cos'è e come funziona

La scelta ha preso il via dall’evidente impossibilità di questo fondo di far fronte e di garantire condizioni proficue agli iscritti evidenziata dal Covip.

La richiesta di chiusura del fondinps si è in realtà fatta spazio già negli anni precedenti dove stava diventando evidente, in base a statistiche e rilevazione di dati, che erano pochissimi gli iscritti a questo fondo che provvedevano poi ad effettuarvici versamenti.

La data effettiva di decorrenza del FondInps verrà stabilita con un apposito decreto interministeriale Lavoro-Economia. Il decreto che stabilirà la decorrenza del fondInps stabilirà anche il fondo pensionistico integrativo di tipologia CHIUSO – NEGOZIABILE sul quale andrà confluito il TFR maturato fino al momento.

Di leultime.info

Leultime.info è un blog collaborativo che ispira armonia. Sul nostro blog, promuoviamo un approccio sostanziale alla comunicazione, incoraggiando a condividere opinioni in modo costruttivo e rispettoso. Gli articoli non riflettono necessariamente la visione del proprietario del progetto.

Licenza Creative Commons I contenuti di questo blog sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.