Le migliori mete per lo skateboard in Italia in Europa e nel mondo

A volte ritornano e lo fanno con decisione! Potrebbe esser questo uno slogan relativo allo skateboard, una moda degli Anni Ottanta e Novanta che sta ritrovando una popolarità sempre più diffusa. Sono migliorati i materiali, gli strumenti, gli accessori. Tutto oggi è portato quasi alla perfezione. Lo skate non è più una tavola di legno con sotto quattro rotelle, ma è qualcosa in più. Ecco perchè è importante sapere scegliere le piste giuste per poter apprezzare interamente tutti i tecnicismi di cui sono muniti gli skateboard moderni.

Come scegliere la meta giusta per lo skateboard

Il posto migliore per fare skate è sicuramente la città. Il contesto è piacevole e ultimamente molte amministrazioni comunali stanno destinando risorse economiche per la realizzazione di aree dedicate alla pratica di questa disciplina sportiva. E’ bello muoversi in città con questo attrezzo, ma al tempo stesso è divertente compiere vere e proprio evoluzioni seguendo i trampolini, le curve, i muretti e le barriere che si trovano proprio in questi spazi.
L’attività dello skate è strettamente interconnessa con lo spazio e con gli arredi urbani, poichè riesce a superare profili che nemmeno il più grande architetto riuscirebbe ad immaginarsi, scoprendone il potenziale. Ecco perchè l’ambiente cittadino è quello più indicato per praticare lo skateboard divertendosi. Esistono molte grandi città che hanno una pista di skateboard in una zona della piazza principale, con alle spalle una cattedrale, una fontana, un monumento. E’ l’intero contesto che favorisce la pratica.
Skateare tra marciapiedi, rampe, corrimani, fa in modo di valorizzare la città occupando contesti progettati per usi diversi. Il punto di vista che lo skater acquisisce nei confronti della città è diverso sotto ogni punto di vista.

Se l’argomento è di vostro interesse ecco quindi le città che si prestano maggiormente a questa attività con alcune informazioni sui luoghi, parchi e strade più adatte al divertimento su tavola, restanto in tema di queste ultime
vogliamo segnalare un sito per approfondire questo fantastico sport, vi consigliamo tavolesportive.com e i suoi tutorial per muovere i primi passi sulle Tavole da Skateboard.

👉 Pubblicità

Musica in streaming senza limiti? Prova Amazon Music gratis per 30 giorni!

Le migliori mete italiane per lo skateboard

Sono diverse le città italiane che permettono ai giovani di skateare tra marciapiedi, scale, discese e aree dedicate. In Italia vige una regola: diverse zone adibite allo skate sono nei parchi, quindi tra il verde, in un contesto differente, più naturale. Un esempio è Bolzano, dove al termine della zona pedonale, lungo il fiume, vi è un grandissimo prato, entro cui è ricavata un’apposita struttura destinata esclusivamente all’attività dello skateboard. Come nella città altoatesina, anche altre località offrono una possibilità simile, fuori dal centro città e lontano dal cemento. Ma vediamo un paio di idee relative alle mete italiane ideali per lo skate.

Sassari

La Sardegna si trasforma in terra di skate, grazie al Park SkatePark di Sassari, luogo in cui ci fanno anche alcuni raduni internazionali ed esibizioni. Panchine, muretti, corrimani, sali-scendi, rampe e trampolini. C’è tutto quanto serve per gli skill migliori e per spettacolari trick. Posto nella zona di Carbonazzi, la sua costruzione è recente ma nonostante questo molti stanno cercando di contribuire al suo ammodernamento, prevedendo illuminazione e manutenzione, in modo che sia disponibile anche alla sera. Sono presenti anche degli istruttori e il cemento ha molto grip, fattore utilissimo per compiere le evoluzioni e garantire stabilità. La gestione è curata dal CSI locale e l’ingresso è gratuito per i singoli atleti. Diversamente invece i team, ai quali viene chiesta una quota (abbordabile) di ingresso.

Milano

Il capoluogo lombardo offre moltissime opportunità agli skater.
Il Parcolambro Skate Park è divertente, gratuito e presenta degli hip con angolazione di 120°, con anche delle piacevoli linee a diverse altezze. Il fine settimana si popola di amanti della disciplina, mentre il parco verde intorno invita al relax. Gli orari più indicati per ammirare le evoluzioni sono quelli dopo le ore 16, mentre se uno volesse stare più tranquillo e dedicarsi ad un po’ di pratica la mattina e il primissimo pomeriggio sono i momenti migliori.
Per chi ama invece lo street, la zona della stazione di Lambrate è un buon luogo, soprattutto per coloro i quali apprezzano le scalinate. Consigliati gli orari serali, momento in cui non vi è in giro molta gente e si ha un po’ più di libertà.
Altra area ideale per lo skate da strada è la zona universitaria della Bicocca, tra panchine, flat bar, muretti, gradinate. Il consiglio è per il fine settimana poichè nei giorni feriali la presenza di studenti rischia di creare difficoltà e pericoli inutili.
Uno street spot per gli skater è quello della Stazione Centrale di Milano. Tutti i giorni, specialmente di pomeriggio, moltissimi ragazzi si danno appuntamento lì per poter dare sfogo a tutta la velocità del caso. Libertà e sicurezza sono le due principali caratteristiche del “tracciato”, il quale si presenta molto veloce senza però disdegnare l’aspetto tecnico.
Un parco dedicato e gratuito per skateare è l’Idroscale Skate Park. Presenta diverse appendici ideali per la disciplina, anche se qualcuna è un po’ rovinata dai segni del tempo (quindi attenzione). Intorno c’è il verde e l’acqua dell’Idroscalo. Un posto magnifico per fare skateboard a Milano, in zona Linate. Per la parte nord ovest, invece, il Monte Stella in zona Lampugnano è un’altra possibilità.

Ti potrebbe interessare:   La guida su come regalare un viaggio in modo originale per il compleanno

Le migliori mete europee per lo skateboard

Lo skateboard è uno sport praticato prevalentemente in molte città del mondo e dell’Europa, più che in Italia. Infatti, basta scavalcare le Alpi o attraversare il Mar Mediterraneo per trovare veri e propri centri svago che contemplano l’attività oggetto di questo scritto. Ecco alcune mete ideali.

Barcellona

A livello europeo è forse la città in cui gli skater hanno più spazio in assoluto per potersi svagare. Hanno davvero l’imbarazzo della scelta vista la grande presenza di spazi e aree disponibili. Oltre ad essere una città turistica, il capoluogo della Catalogna rappresenta probabilmente la miglior proposta europea (per alcuni anche mondiale), per gli amanti dello skate. Il clima è ideale, le strutture ci sono e le architetture sono molto suggestive.
Basta recarsi in città per vedere numerosissimi skate anche tra viali e marciapiedi: una vera e propria capitale dello skating! Grazie ai naturali arredi urbani è possibile divertirsi in trick di buon livello tecnico.
Quando si è sudati o stanchi, basta recarsi (in skateboard) verso la spiaggia e tuffarsi in mare. I luoghi per praticare street skate per le zone della città sono moltissimi, tra Macba (piazza del museo di arte contemporanea), Parallel, Universidad e Barceloneta.
Nella città chi va in skateboard è perseguibile dalle forze dell’ordine poichè l’attività è classificata come sport estremo e se mette in pericolo l’incolumità altrui la multa è ammessa.
Oltre a questi vi sono altri posti in cui sono state costruite apposite piste. Il Marbella Skate Park è uno di questi e si trova a pochi metri dalla spiaggia. Una vera manna per tutti, soprattutto per i più abili, i quali possono divertirsi tra pools, stairs, deep bowls.
Non è da meno il Forum Skatepark, posto tra il mare e un grande centro commerciale. Costruito per le olimpiadi del 1992, recentemente è stato ampliato, fornendo ulteriori possibilità di passaggi tecnici con la tavola.
Il Pamplona skatepark è al coperto e tecnicamente è forse il miglior circuito della città per chi ama lo skating. L’abbonamento è obbligatorio per almeno un mese, ma i prezzi non sono eccessivi e sono duynque alla portata di tutti.
Nella parte alta della città si trova il Skatepark Barri Canyelles, un’area che prevede quattro diverse sezioni tecnicamente differenti tra loro, utili per misurarsi in livelli diversi di preparazione e abilità.
Altri posti in città destinati allo skating sono il Museo Blau, Les Corts (vicino allo stadio) e El Maresme Fòrum.

Ti potrebbe interessare:   10 luoghi da non perdere vicino Tropea

Berlino

La città tedesca potrebbe a breve insidiare (forse) il primato a Barcellona in merito allo skating.
A favorire la pratica e la sua diffusione sono senza dubbio una serie di strutture particolarmente economiche che rendono attraente la possibilità di una vacanza con lo skateboard. Le strutture ci sono, nuove, futuristiche e sicure, soprattutto nel quartiere Friedrichshain, così come a Kulturforum e Warschauer Strasse. Per la città basta avere una tavola e subito è facile trovare un feeling immediato con le strutture che l’urbanistica offre naturalmente.
Sulle sponde del fiume Spree si trova la Skate Halle, un enorme spazio, il più grande della città, in grado di ospitare moltissimi skater. Si puoi skateare sia all’aperto che all’interno. Nelle vicinanze si trova anche la Grünberger Strasse, un punto di ritrovo per chi ama percorrere con la tavola le vie della capitale.
Un luogo suggestivo, speciale e unico è la via dei residui della caduta del muro: i resti diventano degli ostacoli da saltare, da evitare e l’occasione per compiere spettacolari evoluzioni.
Per capire l’importanza che riveste la capitale tedesca in tema skating, basta sapere che in città si tiene addirittura una fiera espositiva dedicata a questo sport.

Le migliori mete extra-europee per lo skateboard

Il mondo apprezza lo skating e questo è un dato di fatto. Soprattutto in America le possibilità sono praticamente infinite. Oltre a Los Angeles va segnalata anche New York. Spostandoci invece ad altre latitudini, Buenos Aires, Shenzhen e Tel aviv meritano sicura menzione per caratteristiche, fascino e progresso urbanistico in grado di favorire la presenza di aree dedicate allo skating.

Los Angeles

La California è la patria dello skate e per questo merita approfondimento speciale. Qui nasce quella che è divenuta l’attività moderna dello skating e se si dovesse fare un censimento dei luoghi e delle vie in cui in città è praticabile, il lavoro sarebbe interminabile. Santa Monica, Downtown, Venice Beach, Hollywood, San Pedro, sono solo alcuni quartieri che pullulano di attrazioni per skateboard.
A Los Angeles pare valga tutto: cortili, parcheggi di scuole, bordi di piscine, immense piazze. Ogni angolo è buono per skateare.
Venice Beach è unica: una zona ispirata alla città italiana di Venezia, con gli ambulanti, la spiaggia simbolo della città, il mare, i suoi colori, il vento e il sole che risplende, con il via vai delle persone che fanno la spola tra spiaggia e negozi. In mezzo, la pista da skateboard, forse la più bella della città, ma il valore aggiunto è proprio andare per le strade, sul lungomare, saltellando e facendo acrobazie tra panchine, muretti e marciapiedi, esterni al grande Skate Park Venice Beach.
Dopotutto lo skate permette di essere pervasi dalla sensazione di libertà, proprio come in spiaggia, ascoltando le onde del mare con il vento in faccia.

👉 Pubblicità

Devi fare acquisti per la tua azienda? Prova Amazon Business

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *