Portoni per capannoni: come scegliere la giusta tipologia

Le moderne strutture logistiche richiedono che i varchi dei magazzini siano chiusi in maniera funzionale con portoni per capannoni ad hoc. In un mondo economico che premia sempre di più velocità e flessibilità, i portoni devono garantire solidità e sicurezza contro tentativi di effrazione, resistenza agli agenti atmosferici, velocità di apertura per favorire i flussi di merce e massima sicurezza per la salvaguardia di mezzi e personale.

Di fronte a tutte queste necessità, è chiaro che la scelta delle porte industriali sia interne che esterne è una fase fondamentale e da gestire con attenzione. La decisione andrà calibrata sulle esigenze dell’azienda, la propria strategia logistica e la natura della merce trattata.

I portoni per capannoni non possono più essere attori passivi, ma strumenti integrati nei processi logistici portando velocità, sicurezza, automatismi e resistenza nel tempo.

👉 Pubblicità

Devi fare acquisti per la tua azienda? Prova Amazon Business

Per poter fare la scelta migliore per la chiusura vediamo quali sono i principali modelli, ciascuno con i propri punti di forza e con le caratteristiche più adatte a ogni settore economico.

Portoni a libro

portoni a libro

I portoni a libro, detti anche comunemente “a soffietto”, sono sistemi di chiusura pensati per avere una solida barriera all’ingresso. Parliamo infatti di robuste strutture composte da sezioni di ferro, che scorrono in orizzontale su una guida a terra chiudendosi a fisarmonica all’apertura del varco. Sono tra i primi modelli ideati per il settore industriale, pensati per garantire protezione antieffrazione, ottima resistenza in ogni condizione meteo e una buona coibentazione. Poco possono fare per ottimizzare la movimentazione logistica, trattandosi di sistemi lenti da spostare (spesso manualmente).

Portoni scorrevoli

portoni scorrevoli

Un altro inconveniente del modello a libro è la guida a terra su cui si muove, potenzialmente pericolosa per carrelli elevatori, camion e personale nella fase di attraversamento. Per ovviare il problema, il mondo della logistica ha progettato i portoni scorrevoli, sistemi dotati di guide superiori portanti, che distendono e contraggono i cariglioni interni delle sezioni durante il movimento della porta. Anche le chiusure scorrevoli offrono massima resistenza e coibentazione, con il vantaggio aggiuntivo della maggiore sicurezza e della maggiore personalizzazione (finestrature, porte pedonali, ecc.).

Porte rapide avvolgibili

porte rapide

Come già detto, però, le aziende moderne esigono performance altissime anche dai portoni dei loro capannoni. Velocità di apertura, cicli intensivi e facilità di passaggio non combaciano con i modelli scorrevoli o a libro.

La grande rivoluzione arriva dalle porte rapide avvolgibili, sistemi leggeri e dinamici capaci di aprirsi in pochi secondi riavvolgendosi in verticale.

Il modello avvolgibile segna un’innovazione per diversi motivi. Anzitutto, la sezione della porta è costituita da un mano in PVC leggero, isolante e resistente a vento e colpi. In secondo luogo, l’avvolgimento verticale sancisce la scomparsa della guida a terra, eliminando un intralcio per mezzi e personale e sveltendo il transito in entrata e uscita. Infine l’assenza di ancoraggi al soffitto, non richiesti dal moderno arrotolamento a spirale, la rende facilmente installabile dappertutto.

Portoni sezionali

portoni sezionali

La porta sezionale è un altro modello diffuso per dare alla logistica aziendale il perfetto mix tra performance, velocità e sicurezza. Si tratta di un portone industriale fatto di pannelli, proprio come una serranda. Le sezioni sono formate da doppie lamelle in acciaio o alluminio, di spessore variabile in base alla resistenza e alla coibentazione che si vuole ottenere dalla saracinesca. In fase di apertura, le serrande sezionali si sollevano in verticale rimanendo parallele al soffitto. Risultato: maggiore velocità d’apertura, assenza di guide a terra e robustezza pari alle chiusure a libro. Le porte sezionali sono adatte sia per uso esterno, come portoni per capannoni robusti e isolanti, sia per reparti interni con lavorazioni speciali o come chiusure tagliafuoco.

Scegliere portoni per capannoni: chiedere ai professionisti

Dopo aver analizzato i principali modelli di portoni industriali, la scelta perfetta dovrà unire prestazioni, sicurezza e soprattutto tenere conto dell’esigenza aziendale. In più è importante che la decisione venga ponderata insieme a tecnici professionisti, esperti del settore e conoscitori dei bisogni delle imprese. Su www.campisa.it, ad esempio, è possibile chiedere consulenza mirata per le più performanti porte per capannoni e sfogliare il catalogo completo per selezionare la chiusura più adatta.

👉 Pubblicità

Musica in streaming senza limiti? Prova Amazon Music gratis per 30 giorni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *