Schwarzenegger parla di Trump sui social, e ricorda un episodio doloroso della sua infanzia

Arnold Schwarzenegger, il celebre attore noto per Conan e Terminator, ha appena pubblicato un video di circa 8 minuti (che trovate in basso nell’articolo) in cui esprime il proprio parere sull vicenda dell’assalto al Campidoglio da parte dei sostenitori di Donald Trump, presidente USA uscente. L’attore, ex governatore della California ed eletto nel 2003,  definisce senza mezzi termini Trump in termini negativi, ricollegandosi ai suoi ricordi d’infanzia nell’Austria che gli diede i natali, figlio di un ex ufficiale nazista, evocando la Kristallnacht nazista, e paragonandola all’assalto in questione qualche giorno fa.

I ricordi di cui parla sono molto dettagliati, e l’attore dice di non averne mai parlato in pubblico prima: suo padre e molti suoi coetanei si erano dati all’alcolismo per il senso di colpa di aver partecipato al regime nazista, il più malvagio della storia sempre usando un’espressione usata anche da Schwarznegger, a cui l’attore sottolinea che parteciparono come soldati ed ufficiali anche gente comune, vicini di casa insospettabili. Il padre era stato anche responsabile di episodi di violenza domestica a cui l’attore dice di aver assistito. Nonostante sia appartenente ai repubblicani, l’attore invita a guardarsi dalle conseguenze estreme che possono avere il cinismo e l’egoismo.

Durante il video Schwarzenegger ha paragonato la democrazia americana alla spada che brandiva nel film Conan, la stessa che – dice l’attore – diventa sempre più forte ogni volta che viene temperata. La spada viene mostrata al minuto 5:16, ed è lì che inizia forse la parte più toccante del suo discorso.

La manipolazione dei fan di Trump, di fatto, viene poi paragonata a quella dei nazisti che avevano anche manipolato suo padre. Arnold Schwarzenegger ha poi definito il presidente Donald Trump come un leader fallito che “passerà alla storia come il peggior presidente di sempre“. Schwarzenegger, meglio conosciuto per il suo ruolo cinematografico per film prevalentemente di azione e fantascienza, era stato eletto governatore nel 2003. “Credo che, per quanto siamo scossi dagli eventi degli ultimi giorni, ne usciremo più forti perché ora capiamo cosa si può perdere“, ha detto, aggiungendo che coloro che sono dietro le rivolte di mercoledì – e coloro che le hanno fomentatie- saranno ritenuti responsabili .

In un video pubblicato domenica sui social media, il repubblicano si è dichiarato soddisfatto del fatto che la presidenza di Trump stia volgendo al termine, e “presto sarà irrilevante come un vecchio tweet”. Ha poi chiesto l’unità nazionale e ha promesso il suo sostegno al presidente eletto Joe Biden sulla scia della folla e della violazione della sicurezza al Campidoglio degli Stati Uniti.

E poi ha chiosato: “E a coloro che pensano di poter ribaltare la Costituzione degli Stati Uniti, sappiate che non vincerete mai.

Redazione

Articolo a cura di LeUltime.info.

Potrebbero interessarti anche...

Seguici sul canale Telegram ufficiale @leultime

Leultime.info è un progetto web Capolooper