Tecnologia

WhatsApp: una nuova truffa dietro l’angolo

È stata segnalata una possibile truffa che potrebbe colpire i telefoni di chi usa Whatsapp, la popolarissima app per inviare messaggi al posto degli ormai vetusti SMS. Trappola che potrebbe trarre in inganno l’utente, il quale potrebbe vedersi il proprio account sottratto (in questi casi, la cosa più comune è che venga richiesto un riscatto per riavere possesso dell’account).

Gli OTP (One Time Password) sono, infatti, una delle tecniche più sicure per validare le transazioni finanziarie: è quello che succede, ad esempio, quando facciamo un bonifico o disponiamo un pagamento, e a quel punto dobbiamo confermare via SMS con un codice univoco quello che stiamo facendo. Ma se dovessimo ricevere un SMS in forma di OTP in qualsiasi altra circostanza che non sia annessa a dei pagamenti online, bisognerebbe subito insospettirsi e diffidare dal contenuto.

La truffa può avvenire in almeno due modi diversi: il primo modo è quello di sfruttare un SMS redirect, che fa in modo che tutti i messaggi destinati al nostro telefono vengano redirezionati altrove. La validazione dell’operazione avviene appunto mediante OTP che i truffatori, mediante varie tecniche, cercano di farsi inviare dalla vittima. Motivo per cui, di fatto, il codice OTP deve sempre rimanere riservato e non deve essere mai comunicato a nessuno. Nemmeno ad un nostro contatto che ce lo dovesse chiedere via messaggio a sua volta, dato che in questo caso potrebbe essere stato hackerato a sua volta.

Gli SMS con OTP restano ovviamente utili per la validazione e la firma digitale delle transazioni, ed è sicuramente buona norma collegare il proprio numero al conto bancario così come fare uso di questa tecnologia. Al tempo stesso, bisogna fare attenzione al contesto in cui la stessa viene utilizzata, assicurandosi che sia effettivamente un’operazione di questo tipo o della quale abbiamo il controllo. Nel dubbio, ignorate temporaneamente i messaggi che vi chiedono di validare il codice Whatsapp, e fate in modo di verificarli con calma magari quando siete a casa e non avete altro da fare.

Leultime.info è gestito e scritto prevalentemente da Salvatore Capolupo