VPN per tutti (belli e brutti): come e perchè

Se fossimo in ambito scolastico e fossimo dotati di senso dell’umorismo, potremmo raccontarcela così: una VPN è un modo per aggirare i filtri internet della scuola. È la definizione ironica, ma anche utilitaristica, molto pratica e funzionale che fornisce Urban Dictionary e che non è così diversa dalla realtà, a ben vedere: per capire come funziona una VPN (Virtual Private Network) bisogna partire dalla parola Network.

Una VPN è in effetti un network, ovvero una rete (insieme di computer connessi tra di loro) che fanno uso di internet per connettersi. Tale rete ha lo scopo di fornire un’alibi di connessione, ovvero: nascondere o camuffare l’indirizzo IP dell’utente mostrandone un altro.

Per maggiori dettagli tecnici, guardate la guida alle VPN presente su Trovalost.it.

Perchè usare una VPN?

Ci sono molti modi in cui le VPN possono essere utilizzate in modo pratico, alcuni dei quali sono:

  1. Accesso remoto sicuro ai dati aziendali: le aziende possono utilizzare le VPN per consentire ai dipendenti di accedere ai propri dati aziendali in modo sicuro da qualsiasi luogo, anche se lavorano fuori sede o in viaggio. Ciò consente ai dipendenti di continuare a lavorare senza interruzioni, anche se non si trovano fisicamente in ufficio.
  2. Protezione della privacy online: le VPN possono essere utilizzate per proteggere la propria attività online da hacker e altre minacce informatiche, crittografando i propri dati e nascondendo il proprio indirizzo IP. Ciò significa che gli hacker non possono vedere quali siti web si visitano o quali dati si inviano online.
  3. Aggirare i blocchi geografici: le VPN possono essere utilizzate per aggirare i blocchi geografici sui siti web e sui servizi. Ad esempio, un utente che si trova in un paese in cui un determinato sito web è bloccato può utilizzare una VPN per accedere al sito web come se si trovasse in un paese diverso.
  4. Accesso ai contenuti delle reti televisive: le VPN possono essere utilizzate per accedere ai contenuti televisivi che non sono disponibili nella propria area geografica. Ad esempio, un utente può utilizzare una VPN per guardare un canale televisivo che non è disponibile nel proprio paese.
  5. Navigazione anonima: le VPN possono essere utilizzate per navigare in modo anonimo, nascondendo il proprio indirizzo IP e la propria attività online. Ciò significa che gli inserzionisti e gli altri non possono tracciare le tue attività online e mostrarti pubblicità mirate.